Varie


Mentre le AZIENDE ITALIANE sono in AGONIA e LICENZIANO migliaia di dipendenti, ci sono SINDACI, come  ROSA LESO (PD), che per pavimentare le piazza italiane, utilizzano PORFIDO CINESE20161130_14424322

E’ il caso di Piazza Cappelletti, in pieno Centro Storico a Desenzano del Garda, ove l’amministrazione Comunale ha deciso di eliminare i pochi parcheggi esistenti per pavimentarla con porfido CINESE per farne una nuova ed INUTILE PIAZZA.

piazza-con-alberipiazza-made-in-china 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciò FAVORIRA’ i vicini CENTRI COMMERCIALI perchè da tempo questa “sinistra” amministrazione ha aumentato in modo tale il costo degli stalli di sosta del centro che la gente FUGGE da quella che un tempo fu la Capitale del Garda

Inoltre quello Cinese, non avendo le stesse caratteristiche di resistenza al peso, all’usura, alle intemperie, etc., del vicino porfido VERONESE e/o TRENTINO sarà soggetto a continue costose manutenzioni e sostituzioni

Chi paga però, saranno sempre e solo i Cittadini, come quelli di Desenzano del Garda

Annunci

Ritengo che ciò che si è visto alla spiaggia del Feltrinelli di Desenzano d/G., sia INCOMPATIBILE CON I NOSTRI VALORI.

Come Consigliere Comunale presenterò, al più presto, una mozione per vietare l’uso del BURKINI nelle spiagge e nella piscina della nostra Cittá.

 

 

LO  SCEMPIO  DELL’ANTICO  PORTICCIOLO  TANTO  AMATO


Del porticciolo del Centro Storico di Desenzano, detto “Porto vecchio“, di cui si parla già nel 1274, fu ampliato maffi (1)all’epoca della Repubblica Veneta a servizio del fiorente mercato di grani ma il CdA dell’Autorità di Bacino lago di Garda ed Idro (cui fa parte l’Assessore ai Porti di Desenzano, MAURIZIO MAFFI) ha pensato bene d’installare un’inutile passerella per far salire i diportisti sulle loro barche.

L’intervento è stato CONTESTATISSIMO sia dai residenti, sia dagli storici pescatori locali.

Le antiche spalle in pietra del Porto Vecchio, sono state perforate con centinaia e centinaia di viti in acciaio per installare centinaia di staffe in acciaio….

prima

Com’era…

IN VIDEO COME L’HANNO RIDOTTO: COS’AVREBBE DETTO SGARBI???

L’ampliamento del supermercato CONAD di Rivoltella (approvato con un Piano Integrato d’Intervento, in variante al Piano di Governo del Territorio), dal Partito Democratico che appoggia il Sindaco ROSA LESO ROSA LESO

La struttura commerciale si amplierà sul parcheggio antistante e sulle aree verdi adiacenti alle scuole medie Trebeschi.

Come Consigliere Comunale, ieri sera, questo PII ha trovato la mia totale contrarietà poichè il Sindaco ROSA LESO e la sua maggioranza, continuano a “svendere” il patrimonio pubblico dei Cittadini, senza averne chiesto il parere tramite Referendum.

ENNESIMA VERGOGNA DEI “DEMOCRATICI”

 

camion cemento.mtaglio pini

 

 

 

 

BASTA CEMENTO – BASTA DISTRUGGERE IL VERDE

BASTA FAVORIRE I CENTRI COMMERCIALI


Dopo aver deturpato lo storico PORTO VECCHIO, l’Amministrazione LESO ci riprova con PIAZZA CAPPELLETTI

UNA COLATA DI CEMENTO, sostituirà l’esistente e comodo parcheggio della centralissima PIAZZA CAPPELLETTI, sul lungolago di quella che ormai è diventata l’ex Capitale del Garda e verrà demolito lo storico manufatto circolare che racchiude il Monumento ai Caduti, eliminando il verde esistente ed abbattendo numerosi e sani pini marittimi del lungolago C. Battisti, oltre alla demolizione di tre fontane esistenti. rodolfo bertoni

L’intervento, inserito nel Piano delle Opere Pubbliche dall’ass. Rodolfo Bertoni (in foto a dx), è previsto per l’autunno 2016 spendendo 521.000,00 euro (di SOLDI PUBBLICI), oltre al progetto e direzione lavori, commissionati all’Arch. Cristiano Mazzotta, per una spesa che costerà ai Cittadini, più di €. 37.000,00

Prevedono di “rifare” completamente la storica Piazza Cappelletti e, con una colata di cemento, verrà eliminato completamente il parcheggio esistente che è spesso utilizzato dai proprietari dei natanti del principale porto della Città (350 posti barca), dalle persone che si vogliono recare in Chiesa ma che è assolutamente indispensabile ai clienti delle attività commerciali del Centro Storico.
Dopo che è stato rovinato il Porto Vecchio, ora verrà completamente distrutta la storica piazza Cappelletti, destinando a morte certa le già sofferenti attività di Piazza Malvezzi, il tutto a favore dei vicini Centri Commerciali.

Dopo aver rigettato migliaia di firme raccolte dai Commercianti contrari al progetto, il PARTITO DEMOCRATICO che governa la Città, va avanti a testa bassa, dimenticando che il Patrimonio Pubblico appartiene ai Cittadini.

piazza com'è orapiazza cementificata

 

I danni lasciati da questa amministrazione saranno incalcolabili, dal punto di vista storico, economico ma soprattutto da quello affettivo poiché senza ombra di dubbio, ROSA LESO ed il Partito Democratico, STANNO DISTRUGGENDO i ricordi di un’intera Comunità, quella desenzanese.

cappelletti adesso

Progetto nuova piazza

 

 

 

mouseVERI E PROPRI SALASSI TELEFONICI DA €. 4,00 ALLA VOLTA

Li chiamano: “Servizi a valore aggiunto” ed anche “Traffico promozionale”… ma in poco tempo ti trovi AZZERATA la scheda TELEFONICA prepagata, magari appena ricaricata.

SENZA SAPERLO, ad esempio, Al costo di €. 4,00 alla volta, vi si attiva la New Flat Day free Tim… cos’è?

Si attiva quando non c’è copertura dati, o meglio al rinnovo della promozione.    Per capirci meglio se abbiamo un’offerta che include il piano dati (come per esempio Tim Young, Tim special, Tim special top e altre), alla data del rinnovo (poniamo che sia il 28 del mese), la promo ufficiale quindi Tim Young o quella che abbiamo si disattiva blogger-image--1486179445verso la mezzanotte e si riattiva intorno alle ore 4 o 5 di mattina.  In questo intervallo di tempo non avremo copertura internet e si attiverà la New Flat Day Free al costo di 4€. (clicca qui)

Decine e decine di euro prosciugati, senza aver mai chiamato o aver navigato? Cosa succede al telefonino? Il credito telefonico prosciugato, ogni giorno, da questi servizi MAI richiesti

Si può però richiedere il RIMBORSO delle somme addebitate sul tuo credito/conto telefonico inviando apposita richiest (fax n.800.600.119) nonché la DISATTIVAZIONE del servizio in qualunque momento e l’inibizione di specifiche categorie di servizi a valore aggiunto, chiamando il n.119 (TIM) per disattivare:

VM18 (servizi sexy vietati ai minori di 18 anni);
Charity (sms per donazioni in beneficenza);
Anonimi e Scherzi (sms anonimi);
BL TuuTuuTIM (servizio di risponderia con suoneria);
Black List Ticketing (pagamento ticket autobus o altro mediante credito/conto telefonico);
Servizi Bancari (servizi di informazione/notifica bancaria);

Per quel che riguarda TIM, il sito è (clicca qui), ma anche ogni altro gestore ha un servizio di assistenza dedicato…meglio disattivare subito

telefoninoTEMPO FA, sul mio blog, avevo pubblicato un articolo a titolo: “LA FREGATURA TI ARRIVA CON UN SMS: COSTO 5 €uro A SETTIMANA” ed i commenti delle persone TRUFFATE erano stati centinaia….

La  TIM, alla fine del 2014 aveva 30,1 milioni di clienti….proviamo ad azzardare  due conti su quanto rendono questi servizi?

 L’EX  FABBRICA MESSA SUL MERCATO IMMOBILIARE PER 7 MILIONI DI EURO….MA


Federal MogulI desenzanesi, la chiamano ancora oggi “Nova Werk” ma in 66 anni ha cambiato più volte nome e proprietà: EatonNova, Borgo Nova (gruppo americano), poi i tedeschi con la Ae Goetze ed infine tornarono altri americani con la FEDERAL MOGUL, un colosso industriale che produceva canne e pistoni.

Ai tempi d’oro, dava lavoro ad oltre 600 operai, ma dopo vari passaggi di mano, nel 2009, l’industria situata in prossimità del Centro di Desenzano, CHIUSE I BATTENTI, lasciando a casa 197 persone.

La vendita dell’area industriale però, sta facendo discutere in primis gli ex lavoratori dello stabilimento industriale e in Città non si parla d’altro… Perchè?

Da sempre, tutta la zona industriale occupata dalla Federal Mogul, nel Piano di Governo del Territorio ha una destinazione “PRODUTTIVA”…e qui la cosa incomincia a TINGERSI DI GIALLO

L’annuncio di vendita immobiliare, pubblicato su Immobiliare.it, precisa che l’area comprende 6 capannoni coperti per 22mila metri quadrati, disposti su un’area di 34mila; Prezzo di vendita:  7 milioni di euro.                 

Il complesso risulta «da ristrutturare», in ottima posizione (in via Marconi), «in prossimità del centro a Maurizio Tira
700 metri dal lago, a 2.5 chilometri dall’autostrada»….e poi, recita l’annuncio: l’area è inserita in «un contesto misto», per cui è possibile «il cambio di destinazione in Commerciale, Alberghiero o Residenziale»….un cambio di destinazione urbanistica che varrebbe ORO!

Sugli organi d’informazione locali, MAURIZIO TIRA, assessore al Territorio di Desenzano del Garda, dichiara che: “il Pgt prevede che
l’area rimanga a destinazione produttiva…e come tale deve rimanere, a meno di «proposte concrete» che però, ad oggi, non ci sono”

L’annuncio di vendita però, getta non poche ombre sul futuro dell’ area posta a ridosso del Centro Città.  Vedremo cosa risponderà alla mia precisa interrogazione, nel prossimo Consiglio Comunale (clicca qui)

annuncio immobiliare di vendita Federal Mogul - Copia

Pagina successiva »