settembre 2013


nave 1LA CITTADINANZA ITALIANA A CHI NASCE IN ITALIA!

In questi momenti di crisi economica e di problemi nazionali ben più gravi, l’amministrazione di Desenzano del Garda, a guida PD, non guarda oltre e obbedisce agli ordini di KEINGEscuderia:  IUS SOLI, AVANTI TUTTA!

 Lo jus soli (in latino “diritto del suolo”) è un’espressione giuridica che indica l’acquisizione della cittadinanza come conseguenza del fatto giuridico di essere nati nel territorio dello Stato, qualunque sia la cittadinanza posseduta dai genitori (clicca qui)

tony-iwobiToni Iwobi nato il 26 aprile 1955 a Gusau, in Nigeria e quinto di 11 fratelli, ha svolto i suoi studi nel suo paese e si è laureato in Scienze dell’Informazione negli Stati Uniti.   È arrivato in Italia nel 1977, a Spirano (Bg), dove è assessore della giunta monocolore leghista, precisa:

“Lo ‘ius soli’, pur nella misura minima, credo non sia la risoluzione del problema dell’immigrazione che incombe sul Paese in questo momento. Quasi tutti i paesi europei che in passato hanno adottato tale legge sono ricorso al riparo con emendamenti restrittivi cercando di mettersi al riparo, visti gli attuali cambiamenti sociali globali (clicca qui)

Invece a Desenzano, il consigliere del PD, Stefano Terzi, forza la mano e presenta alla sua maggioranza, nel consiglio Comunale di stasera, una mozione che va in direzione opposta

moz. Ius Soli pag.1 per CC 27.09.2013 2013moz.Ius Soli (2)moz.Ius Soli (3)moz.Ius Soli (4)

La mozione è stata approvata dai seguenti Consiglieri Comunali:  

 per la maggioranza FAVOREVOLI : 1. Rosa Leso (Sindaco);  2. Andrea Angelo Palmerini (Presidente del Consiglio Comunale);  3. Silvia Colasanti (Capogruppo);  4. Paola Avigo;  5. Maria Vittoria Papa;  6. Massimo Rocca;  7. Lorenzo Rossi;   8. Guglielmo Tosadori;  9. Stefano Terzi (tutti della lista: PARTITO DEMOCRATICO);   10. Catuscia Giovannone;  11.  Francesco Bertagna (per la lista: ARIA NUOVA PER DESENZANO)

per l’opposizione, hanno votato a favore anche:   12. Luisa Sabbadini (Movimento 5 Stelle)

ASTENUTI:  13. Luigi Cavalieri (UNIONE DI CENTRO); 14. Emanuele Giustacchini (PDL)

CONTRARI:  15. Rino Polloni (Lega Nord); 16.  Paolo Abate e 17. Guido Malinverno (Lista Desenzano Civica)

Ma i Cittadini NON vogliono un provvedimento che per il Nostro Paese, avrebbe conseguenze catastrofiche; in due giorni, raccolte più di 100.000 firme ai nostri gazebo

Annunci

foto plisE’ il più grande parco del basso Garda bresciano ed è compreso tra  il Monte Croce, la marina del, il Monte Corno, le alture del Vallio e del Montemario per più di 515 ETTARI di verde

Il P.L.I.S. (Parco Locale d’Interesse Sovra comunale) di DESENZANO d/G.,  si affaccia sul bellissimo lago  ma è in COMPLETO ABBANDONO e trascurato dalle recenti Amministrazioni Comunali

Doveva essere una tranquilla oasi di verde ove residenti e turisti potevano passeggiare e godersi le bellezze naturali ed invece è alla mercè di chiunque; chiunque vi campeggia e vi si scarica di tutto:paraurti 2IMG_4521comandi gru ediliz

ETERNIT, VETRI, PLASTICA, METALLI e chi più ne ha, più ne metta, perchè nessuno controlla il Parco

e pensare che la nuova Giunta  Comunale, lo scorso anno, aveva nominato un apposito “pool” di esperti del settore: il COMITATO DI GESTIONE DEL PLIS così composto:  GABRIELE LOVISETTO – Rappresentante Parco Colline Moreniche del Garda (in foto a dx); lovisetto-231x300

DANIELE MANZINI (Rappresentante Lega Navale Italiana); CELESTINO MARCOLI (Rappresentante del CAI); MARTINA ZILIOLI (Rappresentate Ass. Airone Rosso); MARIANO BRESCIANI (Esperto);  FLAVIO GUALA (Esperto); MAURO LANCIANO (Esperto);  MARCO TORRETTA (Esperto).

Dovevano proporre chissà cosa, per tutelare e valorizzare il parco, invece…

Molte persone ormai, evitano il Parco.   Nemmeno gli sportivi ci vanno più a correre…. Doveroso quindi, da parte mia, presentare un’apposita interrogazione per sapere quali interventi urgenti intenda adottare l’Amministrazione Comunale al fine di ripristinare le condizioni di tutela ambientale ed anche di sicurezza, all’interno del Parco della Città (clicca qui)

vetrifuoco 1rete lettocuscini

LA SINISTRA SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI 

Non sopporta le critiche sui quotidiani locali (e su FACEBOOK ) e paventando un DANNO D’IMMAGINE, il coordinatore PDrossidel circolo di Desenzano del Garda, LORENZO ROSSI (in foto), con una lettera ai Direttori degli Organi d’informazione, pubblicata ieri su entrambe le testate locali, mi accusa – falsamente, di “stravolgere la realtà” (clicca G.di Bs) e (BsOggi)

ECCO LA MIA REPLICA:

Gent.mo Direttore,

vorrei con la presente, esercitare il diritto di replica, sancito dall’art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, in merito alla lettera pubblicata il 5 settembre scorso, a titolo: “DANNO D’IMMAGINE: Desenzano e le esternazioni di Rino Polloni” a firma di Lorenzo Rossi, coordinatore del circolo PD di Desenzano del Garda.

Il lamento di Rossi è riferito al “pullulare di articoli apparsi sui quotidiani, riguardanti le denunce del sottoscritto Consigliere Comunale” e, preoccupato per l’immagine della nostra città, falsamente mi accusa che sono “capace di partire da un dato della realtà e stravolgerlo pur di creare quell’enfasi scandalistica che mi permette di apparire sui giornali”, che ho le “visioni” e via dicendo, finendo con: “in momenti in cui la pancia rischia di essere più vuota del solito, bisognerebbe usare la testa e capire il danno che si sta facendo.”.  La sua lettera, appare come un goffo tentativo, di mettere il bavaglio a chi fa pura informazione.

Conosco Rossi, sin da quando era bambino, poiché eravamo vicini di casa; mi sembra strano che offenda in questi termini, sembra quasi che la lettera gliel’abbia scritta qualcun altro e lui l’abbia firmata.  Evidentemente è stato messo lì, a ricoprire un ruolo che non gli compete e adesso gli dicono cosa deve fare e gli fanno pure, i “compitini”.

E’ giusto sapere, che Lorenzo Rossi, oltre ad essere il coordinatore del circolo PD, è al pari mio, un Consigliere Comunale ed anche Presidente della Seconda Commissione del Comune di Desenzano;  “piccola differenza” però, è seduto tra i banchi della maggioranza poichè eletto nella lista del PD che, lo scorso anno, ha vinto le elezioni ed amministra la Città.   Chiaro che cerchi di difendere la “sua” amministrazione.  In più di un anno di governo però, non ha fatto praticamente nulla… proposte da lui scritte e presentate: zero; mozioni: zero; emendamenti: zero e così via, sino ad arrivare al nulla di fatto.  In Consiglio, non interviene mai sugli argomenti posti in votazione, alza la mano (schiaccia il pulsante), solo per approvare gli argomenti predisposti dagli uffici, poiché anche qui, c’è qualcuno che gli prepara i “compitini”.    Le scene mute di Rossi in Consiglio, non vengono a caso, bisogna conoscere i tanti argomenti posti in votazione poiché, per non incorrere in magre figure, bisogna sapere leggi e regolamenti…in poche parole: bisogna studiare, tanto e tanto ancora.    E’ questa la lezione che ho subito imparato, dal ’98 e sino ad oggi, nessuno può dire che io m’inventi o stravolga le cose, poiché ciò che affermo è sempre ben documentato. Ne può trovare conferma sul mio blog: www.rinopolloni.com.  Non è certo per le miei visioni o perché stravolgo la realtà, che da quindici anni i Cittadini, col loro voto, mi rinnovano la loro fiducia, eleggendomi in Consiglio

Ma il Sig. Rossi, forse crede che la gente abbia le fette di salame sugli occhi e non sia a conoscenza di ciò che succede in Città.  Oggi i tempi son cambiati e la molta gente che ama Desenzano, vedendone il degrado continuo, si ribella e mette in “rete” ciò che quotidianamente, è sotto gli occhi di tutti, turisti in primis.   Molti testimoni scrivono e pubblicano sui social network, ciò che vedono o ciò che hanno subìto i loro famigliari, da un anno a questa parte, in quel di Desenzano: rapine, multe e così via…qualcuno ha fatto pure i conti sui mancati introiti delle attività turistico-commerciali per cancellazione della Notte d’incanto.   Questo evidentemente, da molto fastidio alla sinistra, tanto che non sa più cosa fare, per far tacere l’informazione.  In Consiglio Comunale hanno modificato i regolamenti, affinchè non sia più permesso di presentare più di un’interrogazione alla volta; hanno persino presentato una mozione chiedendo azioni legali per chi manca loro di rispetto su Facebook, etc. etc..

Vedi Caro coordinatore del PD, i Contribuenti hanno veramente la pancia vuota, anzi, oserei direi che in tanti, “sono alla fame”.   In questi tempi di crisi, trovo politicamente scorretto che il tuo Sindaco e tutti i tuoi assessori, si siano comprati, coi soldi dei Cittadini (per €.3.020,16), dei nuovissimi IPAD della APPLE, che nulla hanno a che fare con le esigenze amministrative, anche se il tuo Sindaco dice che servono alla Giunta per lavorare (?).   Chi conosce le basi dell’informatica,  e la vita amministrativa, sa benissimo che è stata una spesa assurda ed incomprensibile.

Pensi forse di mettere il bavaglio a chi fa informazione o credi di tacitare il popolo della “rete” e il sottoscritto?

Non sarebbe ora che, anziché continuare a lamentarti,  ti mettessi a lavorare anche tu, per migliorare la nostra bella pinocchiolavagnaCittà?  Desenzano non è mai stata una Città di sinistra, le percentuali di voto sono chiare, ciò che invece è sotto gli occhi di tutti è l’immagine di una Città “sinistrata”;  il merito?  Tutto Vostro.

Cordialmente,

Il Consigliere Comunale

Rino Polloni

ipad apple

CHE COSA NE FANNO? A COSA GLI SERVONO? A DESENZANO, in questi tempi di crisi, si discute della spesa fatta dalla Giunta LESO.

Sei nuovi IPAD della APPLE, di ultima generazione in uso esclusivo al Sindaco Rosa Leso ed a tutti i suoi Assessori, che si vanno ad aggiungere ai telefoni cellulari “comunali” (tranne il sindaco e l’assessore al Bilancio che utilizzano i propri cellulari) e relativi abbonamenti, tutto a spese degli ignari Cittadini

desenzano è più povera

Da tempo a Desenzano , cercano di ostacolare in ogni modo l’accesso agli atti ai Consiglieri che cercano di esercitare i propri diritti, controllando anche le spese dell’Amministrazione Comunale, ma alla fine le cose, si sa, vengono a galla.

anziano

La denominazione  dell’oggetto  d’acquisto (DOTAZIONI INFORMATICHE) inserito nella Determina Dirigenziale n.224 del 6 agosto 2012,  sembra un futile tentativo di camuffamento delle apparecchiature acquistate, poichè invece sono stati acquistati n° 6  IPAD, di marca APPLE, ad uso esclusivo del Sindaco e degli Assessori Comunali, spendendo €. 503,36 cadauno.

LESO RosaBERTONI RodolfoMAFFI MaurizioSOCCINI AntonellaRIGHETTI ValentinoX-20120625124349390  

Da sinistra: il Sindaco ROSA LESO, il Vice Sindaco RODOLFO BERTONI, l’ass. MAURIZIO MAFFI, l’ass. ANTONELLA SOCCINI, l’ass. VALENTINO RIGHETTI e l’ass.  MAURIZIO TIRA

Ritengo che spendere €. 3020,16 dei Cittadini,  in un grave momento di difficoltà economiche per i lavoratori, per le famiglie, per gli anziani e per tutta la Comunità anzianadesenzanese,  per l’acquisto di “apparecchiature tecnologiche” che hanno poco a che fare, con le esigenze amministrative odierne,  sia un vero spreco di denaro pubblico

Gli IPAD, NON SONO DI CERTO INDISPENSABILI, nè per un Sindaco nè per un assessore, visto che da tempo la posta elettronica può essere “ricevuta/scaricata” anche dal telefono cellulare

Mi chiedo però, se l’acquisto sia conforme alle procedure previste dal Dl 95/2012, poichè il comma 3, ha evidenziato l’obbligatorietà per gli Enti locali, al ricorso alle convenzioni CONSIP, per questo ho presentato un’apposita interrogazione, portandola anche all’attenzione della PROCURA REGIONALE DELLA CORTE DEI CONTI    (clicca qui)

p1p2