marzo 2015


OGGETTI METALLICI che spuntano dal terreno del campetto da calcio e in caso di caduta, POSSONO ESSERE PERICOLOSI, non solo per i bambini

campo allagato

E’ PRIMAVERA e molte famiglie, già frequentano i parchi Comunali per far giocare i propri bambini in quello che DOVREBBE essere un posto SICURO

Le immagini ed il filmato però, parlano chiaro

DA ANNI, nel principale Parco giochi della “Capitale del Garda”, ferro sporgente 1il Parco del Laghetto, è più che evidente che NON viene fatta la dovuta manutenzione e numerose aree destinate al gioco di bambini e ragazzi, NON SONO IN PIU’ IN SICUREZZA!

Dal campetto di calcio, spuntano ferri che possono diventare pericolosi, in caso di caduta, non solo per i bambini ma anche per i ragazzi più grandi

Il manto erboso è ormai quasi completamente “disintegrato” e le numerosissime BUCHE ED AVVALLAMENTI rendono difficile e quasi impossibile il gioco più amato da bambini e ragazzi

In caso di pioggia poi,  l’acqua non viene più assorbita dal terreno e bisogna giorni e giorni, in attesa che l’acqua evapori 

Ma anche altri giochi sono pericolosamente ROTTI o in completo stato di ABBANDONO: le casette in legno, la meridiana, la carrucola ed altri

trenino turisticoMa la  cosa più ASSURDA è che l’Amministrazione Comunale, lo scorso anno, in deroga a tutti i divieti di accesso, ha autorizzato il TRANSITO, sull’unico percorso pedonale (largo poco più di un metro), del Trenino Turistico

Sull’UNICO VIALETTO pedonale ove corrono liberi e spensierati i bambini di ogni età e le mamme lo percorrono con i con passeggini

DA NON CREDERE VERO?

GUARDATE il filmato e giudicate voi!!!

Annunci

sexy shopUNA VERA GIUNGLA di cartelli pubblicitari nella Capitale del Garda

Sono arrivati persino a posizionare la pubblicità di un SEXY SHOP, sul palo di sostegno della fermata dello SCUOLABUS (vedi foto in alto)

SONO MIGLIAIA E MIGLIAIA, di tutte le dimensioni e posizionati ovunque, nonostante i VINCOLI PAESAGGISTICI presenti a Desenzano del Garda.

Eppure il Regolamento di Esecuzione e di attuazione del Codice della Strada, ne disciplina in modo preciso
l’installazione…come mai a Desenzano proliferano dappertutto ?DSC_0344


Oltre a distrarre la guida
, cosa vietata dal Reg. C.d.S., DETURPANO il PAESAGGIO e molti di questi, non si sa se siano autorizzati poichè, contrariamente al CdS, NON hanno affissa alcuna targhetta identificativa...

DSC_0342Alcuni sono invece, hanno le autorizzazioni SCADUTE da tempo, altri sono GIGANTESCHI

Per questo ho presentato un’apposita interrogazione, a mio avviso, qualcosa NON QUADRA (clicca interr.)

santella

 

Scopare il MareSCOPARE IL MARE: il senso di quest’espressione ­ anche se con molta probabilità è sconosciuta ai più,­ ci sembra intuitivo:cacciarsi in un’impresa che non avrà nessuna possibilità di successo; fare, insomma, un lavoro completamente inutile.

LA PULIZIA DEGLI SCOGLI ANNERITI DALLE ACQUE DEL LAGO

L’incarico che l‘Amministrazione Comunale, a guida PD, sta facendo discutere ed al tempo stesso arrabbiare I CONTRIBUENTI desenzanesi che vedono così i propri soldi gettati nel lago

Un’operazione INUTILE…tra pochi mesi torneranno COME PRIMA

IMG-20150302-WA0008DESENZANO: proteste per l’ennesimo scempio di pini marittimi

Dopo lo scempio di numerosi pini marittimi per un’inutile rotonda e pochi posti auto in loc. Maratona, l’amministrazione di ROSA LESO ci riprova (clicca qui)

Su via MARCONI, incrocio con via Curiel foto googlee via Pasubio, oggi sono stati abbattuti altri SANISSIMI pini marittimi per far posto all’ennesima rotonda.

AMBIENTE ADDIO:  abbattimento delle piante alla MARATONA (clicca qui)

Disboscamento indiscriminato di tutti gli alberi del rettilineo del VO’ (clicca qui)

Taglio dei Pini Marittimi al Parcheggio BAGATTA (clicca qui)

Oggi un’altra VERGOGNOSA scelta della Giunta LESO: il taglio di sanissimi pini marittimi, per realizzare una nuova rotonda su via MARCONI ed alcuni nuovi posti auto a PAGAMENTO (clicca qui)

ambiente

IMG-20150302-WA0003

I Cittadini desenzanesi ed i turisti tutti, ne danno il TRISTE ANNUNCIO. Il Consigliere RINO POLLONI, ironicamente ringrazia il Sindaco ROSA LESO

DSC_0335~2~2 (1)