gennaio 2012


Stazione di Cordovado
Regione: Friuli Venezia Giulia 
Provincia: Pordenone
E.Mail: cordovado@sismogrammi.com
Status: ON-LINE

Vedi: vedi sismogramma

Ultimo aggiornamento: 27/01/2012 23:39

Stazione di Capannori
Regione: Toscana
Provincia: Lucca
E.Mail: capannori@sismogrammi.com
Status: ON-LINE

Vedi: vedi sismogramma

Ultimo aggiornamento: 27/01/2012 23:39

Stazione di Tavagnacco
Regione: Friuli Venezia Giulia
Provincia: Udine
E.Mail: tavagnacco@sismogrammi.com
Status: ON-LINE

Vedi: vedi sismogramma

Ultimo aggiornamento: 27/01/2012 23:36

Stazione di Conversano
Regione: Puglia
Provincia: Bari
E.Mail: conversano@sismogrammi.com
Status: ON-LINE

Vedi: vedi sismogramma

Ultimo aggiornamento: 27/01/2012 23:40

Stazione di L’Aquila
Regione: Abruzzo
Provincia: L’Aquila
E.Mail: laquila@sismogrammi.com
Status: OFF-LINE

Vedi: vedi sismogramma

Ultimo aggiornamento: 27/01/2012 23:40

– tratto da Sismogrammi.com (clicca qui

magnitudo  5.4 – Epicentro EMILIA-ROMAGNA – PARMA – ore 15,53

…e intanto vengono pubblicate notizie all’armanti ed altre controverse:

l’ AGI.it ha appena pubblicato:  “La terra trema da Milano a Perugia – Uno sciame, possibili altre scosse” (clicca qui)

Libero Quotiano.it: “Non si tratta però di uno ‘sciame sismico’, ma di una ‘sequenza sismica’  (clicca qui)

Dopo la scossa di mercoledì 25 – magnitudo 4,9 l’avevano pensato tutti che ne sarebbero venute ancora di scosse…troppo facile “prevedere” che ne verranno altre di scosse

Prima qualcuno dei massimi esperti afferma che NESSUNO è in grado di prevedere i terremoti e che non c’è alcuno sciame sismico, adesso dicono il contrario

Il panico è pericoloso….forse bisognerebbe anche ricordare a qualcuno che il Codice penale all’art. 658 – prevede il reato di: Procurato allarme  (clicca qui)

Quale è la definizione di terremoto?

Dove e perchè si verificano i terremoti?

Come si misurano i terremoti? (Magnitudo e intensità)

Esistono diverse scale di magnitudo. Perchè?

Quanto dura un terremoto?

Quanti terremoti si verificano in media nell’arco di un anno nel mondo? E in Italia?

Qual’è il terremoto più forte mai registrato in tutto il mondo? E in Italia?

E’ vero che ultimamente il numero di terremoti è in aumento?

I terremoti sono più forti adesso che in passato?

Può la terra aprirsi nel corso di un terremoto?

Si possono causare i terremoti? si possono evitare?

I terremoti e il clima sono correlati?

I terremoti che avvengono in regioni diverse della nostra penisola sono in qualche modo correlati?

Si possono prevedere i terremoti?

(domande tratte dal sito dell’Istituto Nazionale di GEOFISICA e VULCANOLOGIA)

 

 

Data

Ora (UTC)

 

 

Prof (Km)

Mag

 

Distretto Sismico

2012/01/27

14:53:13

60.8

Ml:5.4

Frignano

Finalmente è stato aggiornato anche il sito dell’INGV (clicca qui) e l AdnKros ha subito messo in rete la notizia (clicca qui) con l’epicentro

La terra ha tremato anche oggi e come sempre il sismografo di Capannori e quell di Tavagnacco sono stati i primi a registrare la scossa.

L’INGV – Isituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia alle 16,07 non l’ha ancora registratodove sarà l’epicentro e quale sarà l’intensità?

Nel prossimo articolo la risposta…

L’Aquila

Risale al 25 marzo scorso l’intervista che Roberta Galeotti, giornalista del Capoluogo.it ha rivolto all’ormai noto tecnico di laboratorio dell’ Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Giampaolo Giuliani.Terremoti. Il precursore sismico di Giampaolo Giuliani  Ancora ignaro di quanto sarebbe accaduto a distanza di giorni, lo studioso descrive all’ intervistatrice il funzionamento del suoRivelatore di radon, lo stesso precursore sismico che gli ha consentito di prevedere le scosse del 29 e 30 marzo, rivelatesi poi meno intense di quanto annunciato e precedenti al violento sisma che ha sconvolto il Capoluogo aquilano questa notte.

Giampaolo Giuliani, tecnico di laboratorio presso l’INFN dei Laboratori del Gran Sasso, come Le è venuta l’idea di realizzare uno strumento in grado di prevedere le scosse sismiche?

Nel 2001 stavamo osservando il misuratore di particelle cosmiche presso l’Istituto quando, in corrispondenza del terremoto in Turchia, rilevammo una quantità straordinaria, rispetto al solito, di radon… Così ho impiegato quasi 2 anni per realizzare da solo uno strumento in grado di rilevare il radon, iniziai ad osservarlo ed a studiarlo, e con l’aiuto di un sismografo mi resi conto che la concentrazione di radon aumentava in corrispondenza di un evento sismico. Nel 2002, ad esempio, in corrispondenza del terremoto di S. Giuliano, registrammo valori 100 volte maggiori alla norma, ma disponendo di 1 solo precursore sismico eravamo in grado di emanare un allarme per un evento sismico che distava più di 50 km da L’Aquila, senza poter fornire altre informazioni circa la collocazione o la direzione dell’evento stesso. Oggi con 5 precursori saremmo in grado di essere molto più precisi, triangolando i dati ed i segnali di concentrazione del radon.

2 – Che cos’è il radon?

E’ un gas nobile ed è il gas più pesante che esista. Non interagisce con altre sostanze, quindi esce dalla crosta terrestre e si stratifica fino a 10 centimetri da terra, essendo così pesante ed a causa della pressione atmosferica, non riesce ad alzarsi di più. E’ il killer delle cantine non areate in quanto se respirato in quantità elevate porta il cancro ai polmoni: l’atomo di radon ha una vita media di 3,8 giorni e nel suo decadimento produce due isotopi, il Piombo-214 ed il Bismuto-214, che decadendo beta rilasciano radiazione gamma. I gamma inalati si fissano ai polmoni, ai bronchi ed al pancreas annichilendo questi stessi organi! Quando c’è un evento sismico, per esempio, la quantità di radon presente nei locali che ospitano gli strumenti è talmente alta da essere dannosa e sono costretto ad aspettare almeno un giorno per accedervi.

3 -Ci spiega la sua invenzione, la sua creatura? Che cos’è un Precursore sismico?

E’ uno strumento in grado di rilevare il radon e di evidenziarne le modifiche di concentrazione. Il precursore sismico permette di monitorare i territori e, attraverso la variazione di concentrazione del radon, permette di prevedere un evento sismico con un anticipo variabile dalle 6 alle 24 ore e una efficienza maggiore dell’80%. Ora disponiamo di 5 stazioni che ci consentono di triangolare i dati ottenendo con precisione l’epicentro ed il grado sismico dell’evento. Attraverso questa macchina ho potuto studiare il comportamento del radon e conoscerne delle caratteristiche non note alla scienza ufficiale perché sprovvista della tecnologia da noi utilizzata. I 5 Precursori sismici si trovano a Coppito, nel Laboratorio del Gran Sasso (ospite dell’INFN), presso la scuola De Amicis, a Fagnano e a Pineto; sono tutti a più di 3 metri sotto terra e in corrispondenza di un evento sismico rilevano nello stesso momento, lo stesso segnale creando un grafico perfettamente sovrapponibile.

4 – Cosa ci può dire dello Sciame sismico che dal 16 gennaio 2011 interessa la città e spaventa i suoi abitanti?

Attraverso il Precursore sismico abbiamo potuto riscontrare, in questi 9 anni di studio, che il territorio di L’Aquila è interessato ogni anno nello stesso periodo da uno sciame sismico, non intenso e, per questo, in genere non percepito dalla popolazione. Quest’anno questo sciame sismico è stato più intenso e con delle scosse più forti, che sono state rilevate dalla popolazione. Lo sciame non è un fenomeno preparatorio ad un evento sismico più rilevante, né ha correlazione con grandi piogge o nevicate, come ho sentito dire da molti. E’ un fenomeno normale per una zona come quella di L’Aquila. I dati ottenuti in questi 9 anni di studi, ci hanno consentito di rilevare un rischio sismico maggiore nel periodo invernale che va da novembre ad aprile. Senza voler banalizzare, ma per semplificare i concetti, posso aggiungere anche che l’attività sismica è strettamente correlata alle fasi lunari. In particolare quest’anno, il sistema Terra-Luna, si è venuto a trovare al Perielio (Punto più vicino al Sole, in Inverno) con la Luna nello stesso periodo alla minima distanza dalla Terra, e con il Pianeta Venere allineato, in fase di Venere piena anch’essa vicina. L’attrazione gravitazionale delle masse sulla Terra hanno intensificato l’effetto marea sul nostro pianeta, rendendo gli eventi sismici più rilevanti, rispetto agli altri sciami, cui siamo stati interessati negli anni precedenti. Mi sento di poter tranquillizzare i miei concittadini, in quanto lo sciame sismico andrà scemando con la fine di marzo.

5 – Come si pone la scienza ufficiale nei riguardi della sua invenzione?

Mi osserva con interesse … una parte mi da fiducia, come dimostra anche il Direttore dell’INFN che mi ha messo a disposizione un locale per ospitare uno dei 5 Precursori sismici; una parte è un po’ più cauta e scettica. Nel 2005 ho tenuto un seminario presso l’INFN a cui hanno partecipato quasi 100 scienziati, alcuni esperti di geofisica altri di particelle cosmiche. In quella occasione ho presentato il rivelatore di radon, ho rivelato i dati che dimostrano l’efficienza dello strumento ed ho dimostrato la correlazione tra l’allarme generato dal Precursore e l’evento sismico.(Fonte: Abruzzo 24 ore)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Event-Id

 

Data

Ora (UTC)

Prof (Km)

Mag

 

Distretto Sismico

2221255410

2012/01/25

23:01:06

32.4

Ml:3.3

Pianura_padana_lombarda

2221254000

2012/01/25

20:40:47

28.5

Ml:2.5

Pianura_padana_lombarda

2221253140

2012/01/25

19:14:49

30.1

Ml:2.3

Pianura_padana_emiliana

2221252230

2012/01/25

17:43:36

30.7

Ml:3.5

Pianura_padana_lombarda

2221249960

2012/01/25

13:56:19

24.1

Ml:2.1

Zona_Ascoli_Piceno

2221249690

2012/01/25

13:29:55

27

Ml:2.4

Pianura_padana_emiliana

2221247040

2012/01/25

09:04:58

9.9

Ml:2.4

Tavoliere_delle_Puglie

2221247010

2012/01/25

09:02:25

30.8

Ml:2.3

Pianura_padana_emiliana

2221246640

2012/01/25

08:24:39

25.7

Ml:2.3

Pianura_padana_lombarda

2221246460

2012/01/25

08:06:36

33.2

Ml:4.9

 

Pianura_padana_emiliana

2221246060

2012/01/25

07:26:35

6.3

Ml:2.9

Prealpi_venete

2221245350

2012/01/25

06:15:49

10.8

Ml:2.5

Prealpi_venete

2221241650

2012/01/25

00:05:15

10.8

Ml:2.1

Prealpi_venete

2221241540

2012/01/24

23:54:46

10.3

Ml:4.2

 

Prealpi_venete

2221239090

2012/01/24

19:49:31

8

Ml:2.1

Prealpi_venete

2221239010

2012/01/24

19:41:44

9.2

Ml:2.7

Prealpi_venete

2221181580

2012/01/20

19:58:23

2.4

Ml:2.1

Zona_Lago_di_Garda

2221100930

2012/01/15

05:33:20

11.4

Ml:2.0

Zona_Lago_di_Garda

L’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ieri ne ha registrate diverse (clicca qui) ma Massimo Stucchi,  Direttore della sezione milanese dell’INGV dice che è “Presto per parlare di sciame sismico” (clicca art.)

Di certo la scossa delle ore 9,06 di magnitudo 4,9 ha preoccupato moltissima gente e molti Sindaci delle zone ove è stata sentita la forte e lunga scossa, hanno agito “in ordine sparso” ed hanno fatto evacuare molti edifici pubblici, senza aspettare le direttive delle varie Prefetture, mentre la Direzione Regionale della Protezione Civile della Lombardia, nel frattempo cominicava il report di quanto avvenuto nella zona di Reggio Emilia  (Com. Regione Lombardia. Report)

Anche l’INGV, ha preparato una specifica relazione sull’evento delle ore 9,06 (clicca relazione Reggio E.)

Nessuno, per fortuna, le ha sentite, ma il 20 ed il 15 gennaio ci sono state anche due scosse qui sul Garda, vicinissime a noi 

Pagina successiva »