agosto 2013


violenza_01“L’ONDA NERA” ARRIVA SUL GARDA: NON PAGANO IL BIGLIETTO DELL’AUTOBUS, INSULTANO E SPINTONANO CHIUNQUE SI OPPONGA ALLA LORO ILLEGALITA’

Per questo, ho presentato un’apposita interrogazione al Sindaco ROSA LESO (clicca qui)

Ma protesta sul web, aumenta ogni giorno di più, persone di ogni ceto sociale si lamentano “in rete” chiedendo spiegazioni sul problema SICUREZZA al Sindaco, che non risponde!stop aggressioni

Prima i raduni religiosi senza alcuna autorizzazione, poi una rapina ai danni di un ragazzo desenzanese (clicca qui)

Per tutto il mese di agosto,  centinaia e centinaia di persone di origine africana, arrivano con ogni mezzo nella capitale del lago e si trasferiscono poi sulla spiaggia che dal spiaggia d’Oro porta a quella di Rivoltella.

IMG_4252NONOSTANTE I DIVIETI, piantano tende da campeggio, utilizzano radio con altoparlanti, tamburi, accendendono fuochi e domenica sono comparsi anche i nunchaku nunchaku(arma tradizionale, diffusa in alcuni paesi dell’Asia orientale, costituita da due corti bastoni uniti mediante una breve catena)

Le persone non ne possono, ecco cosa dicono alcuni TESTIMONI: si sta manifestando un vero assalto da parte di ragazzi e ragazze di colore che arrivano (presumibilmente) da Brescia alla spiaggia d’Oro. busQuando salgono sul bus non vogliono pagare il biglietto  e  ai conducenti arrivano insulti di ogni tipo, poi con arroganza prendono posto litigano con i passeggeri che vengono a loro volta insultati e continuano il viaggio con schiamazzi ed urla”.

Una cassiera del SUPERMARKET, adiacente alla spiaggia d’Oro, non ne può più e sbotta:

la mia collega è stata spintonata e quasi buttata a terra da queste persone…sono organizzati come vere e proprie gang”.

LA SPIAGGIA DOPO, E’ COME UNA PATTUMIERA A CIELO APERTO, ma per il Sindaco di sinistra, ROSA LESO: “NON E’ ACCADUTO NULLA DI PARTICOLARE” (clicca qui)

foto (19)mod.foto 1art. gdi Bs

Annunci

libertà di parolaCHI AMA la propria Città e vede che le cose, con la nuova amministrazione comunale, proprio non vanno, cosa deve fare?

Una volta si chiaccherava al bar, oggi si discute su FACEBOOK, su VIVA DESENZANO ad esempio, ci sono moltissime persone che discutono e commentano, tantè che hanno da tempo superato la soglia dei 1.000 “mi piace”viva facebook

Ormai quasi chiunque può fotografare e pubblicare in rete, ma non tutto ciò che viene pubblicato può essere di gradimento, soprattutto se si evidenziano criticità come la spazzatura lasciata nelle principali vie di località turistiche o persone che utilizzano le panchine pubbliche come dormitori, questo succede a Desenzano del Garda, seconda cittadina della Provincia di Brescia.

colasantigiovannoneMa le immagini ed i commenti dei visitatori della rete, evidentemente non piacciono a tutti, ma soprattutto non sono piaciute agli amministratori della località turistica gardesanapd

Tanto che nell’ultimo consiglio comunale, le due capigruppo di maggioranza, Silvia Colasanti (Partito Demoscratico) e Catuscia Giovannone (lista civia Aria nuova per Desenzano), hanno presentato una mozione urgente dal titolo eloquente: “NUOVE FORME DI STALKING” (clicca mozione)

LA MOZIONE “NUOVE FORME DI STALKING”E’ STATA APPROVATA con  12 voti favorevoli:  

per la maggioranza : 1. Rosa Leso (Sindaco);  2. Andrea Angelo Palmerini (Presidente del Consiglio Comunale);  3. Silvia Colasanti (Capogruppo);  4. Paola Avigo;  5. Maria Vittoria Papa;  6. Massimo Rocca;  7. Lorenzo Rossi;   8. Guglielmo Tosadori  (tutti della lista: PARTITO DEMOCRATICO);   9. Catuscia Giovannone;  10.  Francesco Bertagna (per la lista: ARIA NUOVA PER DESENZANO)

per l’opposizione, hanno votato a favore anche:  11.  cavalierisimolo udcLuigi Cavalieri (UNIONE DI CENTRO);   12. Luisa Sabbadini (Movimento 5 sabbadiniStelle)  

5 ASSENTI:  per l’opposizione  1. Il sottoscritto (uscito dall’aula per protesta);  2. Emanuele Giustacchini (POPOLO DELLA LIBERTA’);  3.  Guido Malinverno  e  4.  Paolo Abate (lista DESENZANO CIVICA – COMUNE AMICO);   5. Stefano Terzi (Partito Democratico) per la maggioranza   

cartelloMa ATTENZIONE c’è di più, nel Consiglio del 9 agosto scorso, la maggioranza, con voto favorevole anche di tre Consiglieri d’opposizione: 1.  Guido Malinverno (lista Desenzano Civica – Comune Amico);   2. Luigi cavalieri (UDC);  3.  Luisa Sabbadini (Movimento 5 Stelle), ha inoltre approvato/modificato, anche il Regolamento del Consiglio Comunale andando così a limitare al massimo le regole che sanciscono il diritto d’iniziativa, l’accesso agli atti ed il legittimo diritto di controllo sull’organo amministrativo, da parte dei rappresentanti dei Cittadini eletti in Consiglio.

Doveroso quindi, presentare una precisa interrogazione, mettendola anche all’attenzione del Prefetto di Brescia (clicca qui)

foto D & GOrmai la frittata è fatta; il tour di Dolce e Gabbana è finito… fermato dai Vigili di Desenzano del Garda

La Città era stata inserita come ultima, tra le tappe delle più belle d’Italia ed i ragazzi D&G, con cinque bellissime Vespe d’epoca, si erano fermati, come tutti i motociclisti, sul lungolago di Desenzano ma una pattuglia della Polizia Locale li ha fatti, immediatamente, allontanare.

Gli organi d’informazione locali e Nazionali, hanno subito ripreso la notizia ed Il Sindaco Rosa Leso ha prontamente inviato una lettera di precisazioni ai giornali:

“… mancava l’autorizzazione scritta!   Non è andata persa, in nome del vuoto formalismo, un’occasione di promozione della città.  Semplicemente sono state richiamate delle regole che 2 panch. Maratonavalgono per tutti.”   (clicca qui)

Ma sembra proprio che a Desenzano le regole NON valgano per tutti...e l’utilizzo improprio delle panchine, è il caso più emblematico (in foto a dx: due panchine dormitorio al parco giochi della Maratona, )

panch. Spiaggia d'oroLe panchine del centro storico e dei parchi giochi (in foto a sx, panchina dormitorio, al parco della spiaggia d’Oro), vengono utilizzate, sempre di più, come bivacco/dormitorio e questa disparità di trattamento, sta facendo discutere sia i desenzanesi che i turisti, su social network come Facebook

Infatti, alcune immagini delle panchine dormitorio, sono state pubblicate da Viva Desenzanopersone che amano la ciittadina gardesana su:  VIVA DESENZANO (clicca qui)

Il divieto sull’uso improprio è sancito dall’articolo 7, comma 1, lettera c)  del Regolamento di Polizia Urbana di Desenzano ed in base al comma 2 , ” Salvo che il fatto non costituisca reato, chiunque viola le disposizioni dell’articolo di cui al comma 1 lett. a), b), c) è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 50 a € 500, oltre alla corresponsione delle spese di ripristino” (clicca qui)

Proprio per questo, come Consigliere Comunale, ho protocollato un preciso invito al Comandante della Polizia Locale a far applicare,  indistintamente, le regole in vigore nella nostra Città (così come è stato fatto per la “troupe” di D&G, sul lungolago C. Battisti), anche per l’uso improprio delle panchine (clicca qui)

(nella foto in centro: panchina dormitorio, nella centralissima e turistica, via Roma)foto via roma

foto iphone 001Un divieto assurdo ed anacronistico, quello che dal 2004, vieta l’accesso agli animali, su TUTTE le spiagge di Desenzano (clicca qui)

L’Ordinanza n.74 del 17.06.2004 infatti, prevede all’art. 3 il divieto di condurre o far permanere qualsiasi animale anche se munito di regolare museruola e/o guinzaglio” e sono in molti ad aver preso una multa che va da €.25 a 150 euro 

Già dal 2010 invece, con un’ Ordinanza del Ministro per il Turismo, Maria Vittoria Brambilla (in accordo con l’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani) è stato emanato un provvedimento, che ogni Sindaco può recepire con una semplice Ordinanza Sindacale, affinchè gli animali domestici possano entrare in tutti i luoghi pubblici, ristoranti, uffici postali e salire anche sui mezzi di trasposto (Torino ha già aderito)

Fino ad ora, invece, potevano accedervi solo quando era loro consentito.  Una anzianiparticolare sensibilità è stata dimostrata anche nei confronti delle persone anziane che si trasferiscono nelle case di riposo e che non possono più rivedere i loro cari quattrozampe.

Il provvedimento Ministeriale, prevede che:  ”L’accesso di coloro che, a qualsiasi titolo, conducono gli animali è libero, fatto salvo l’utilizzo del guinzaglio e della museruola in relazione alle caratteristiche dell’animale.”  

Il titolare di un esercizio potrà presentare,  all’ufficio competente, motivata istanza di autorizzazione per limitare l’accesso degli animali, sulla base di concrete esigenze di tutela igienico sanitaria sussistenti nel caso di specie; in caso di accoglimento dell’istanza l’esercente deve apporre specifico avviso.  Fermo il divieto di accesso di animali nei luoghi sensibili (ospedali, asili e scuole)

Ord.74.2004 (2)Ord. 74.2004 (3)

ingresso-cane

A DESENZANO invece, il DIVIETO assoluto, è quantomai assurdo ed anacronistico (nemmeno una spiaggia libera);

 per questo ho protocollato la richiesta al Sindaco ROSA LESO, di recepire il provvedimento del Ministro Brambilla, consentendo così l’accesso agli animali domestici in tutti i luoghi pubblici, ristoranti, uffici postali, spiagge comprese (clicca qui)

Fuochi Desenzano 110712Il “giallo” sulle cause della mancata realizzazione della “NOTTE D’INCANTO”, tradizionale appuntamento di ferragosto a Desenzano d/G., sembra destinato ad una svolta.

Il Sindaco ROSA LESO e l’Assessore alle Attività Produttive della Città, in lesouna lettera al Direttore del Giornale di Brescia, ne spiegano i motivi (clicca qui)

troppo lavoroSindaco ed Assessore citano anche una lettera con la quale, il Presidente dell’associazione AMICI DEL PORTO VECCHIO,, dichiarava l’indisponibilità a realizzare l’evento “adducendo presunte problematicità organizzative”  e mettono le mani avanti, precisando che: “Abbiamo tante cose come amministratori e cittadini di cui seriamente preoccuparsi ma, come si può immaginare, da parte di  qualcuno bisogna cogliere l’occasione per procurarsi una ribalta”, 

La Giunta ha ritenuto di destinare le risorse previste per l’evento e pari a €.vernice fresca20.000,00 a lavori di arredo urbano…, promuovendone un’immagine di sostanza e non di sola momentanea apparenza”…, che in termini pratici vuol dire: preferiamo verniciamo le panchine (immagine di sostanza) invece di fare i fuochi d’artificio (momentanea apparenza)

A nulla sono valse le lamentele del Presidente degli albergatori di Desenzano che parla di una decisione “unilaterale” dell’Amministrazione (senza il coinvolgimento dei rappresentanti delle attività turistico/commerciali)

Seppur con stime approssimative, l’evento della NOTTE D’INCANTO, attrae nel weekend di metà agosto, circa 20.000 presenze turistiche.

soldiSu Facebook, qualcuno ha invece fatto anche due conti sui mancati introiti: a fronte di un risparmio di 20.000 euro per il Comune, c’è stato invece un danno economico per gli esercenti stimato, in circa 425.000 euro (clicca qui)

 Che qualcuno spieghi alla LESO che gli amministratori dovrebbero sempre tener ben presente, che centinaia di Aziende ed Attività rischiano di propria iniziativa dando lavoro a persone che, a loro volta, mantengono famiglie.    Troppo facile scaricare le responsabilità ad altri, senza spiegarne i veri motivi… eccoli (clicca replica)

gialloL’amministrazione di Desenzano era Rosa (Leso)…ora si tinge di “giallo”.

La Notte d’Incanto era in calendario per il 16 agostoed all’ultimo minuto è stata annullata ma le cause e le responsabilità non sono chiare.

Non sono chiare le dinamiche con cui si è arrivati a definire in modo così notte-incanto-2“superficiale”, l’accordo di collaborazione con l’associazione organizzatrice dell’evento, gli Amici del Porto Vecchio, ma in molti lo pensano già; annullare la Notte d’Incanto a Desenzano del Garda è stato un delitto.

La mancata realizzazione della manifestazione che da quasi trent’anni porta nella Capitale del Garda, migliaia e migliaia di turisti, crea senza ombra di dubbio, un notevole danno economico a tutte le attività (già in crisi) del Centro Storico.

Ma se i motivi NON sono chiari: i documenti pubblicati ieri, all’albo pretorio del Comune invece, parlano chiaro:  il Comune, il 18 luglio ha erogato un contributo di €. 15.000 ed in caso di pioggia (art, 5 dell’ Accordo di collaborazione, allegato alla deliberapag.2 acc.di collab.accordo di collab. Notte d'incanto.pag.1 di Giunta) avrebbe pagato anche le spese per spostare l’evento al 18, mentre Il Sindaco aveva dichiarato che mancavano i soldi (5.000 euro), per rinviare la “Notte” in caso di pioggia (clicca qui),

Ma è mai possibile che l’Amministrazione approvi una delibera ed un accordo, senza prima “sentire” la controparte, ho chiesto con un’apposita interrogazione (clicca interr.)

C’era quasi un mese di tempo, per provvedere a realizzare l’evento, con un’ altra organizzazione ed invece si è lasciato passere il tempo…il danno è fatto

trasferimento