novembre 2011


Può essere sicuramente una curiosità ma balza agli occhi….della serie “guarda un pò com’è aumentato il costo della vita”; infatti, da una ricerca effettuata nell’archivio storico della Città, ho trovato un documento che attesta che nel 1932 il Comune di Desenzano, ha “acceso” un mutuo per i lavori di costuzione del lungolago di 210.000 Lire (in euro 108, 46).

Oggi, per quell’orrendo progetto di riqualificazione del lungolago che vedrebbe la cancellazione della storica spiaggia Feltrinelli,
saranno spesi 5.ooo.ooo di euro.

I lavori dovrebbero partire ad inizio anno (clicca notizia), poichè tale progetto ha avuto i pareri favorevoli degli Enti competenti, tra cui la Soprintendenza di Brescia. 

Spero tanto che nella prossima Conferenza Servizi, quegli stessi Enti competenti, diano parere favorevole anche alla variante al progetto, che permetterà di salvare la spiaggia Feltrinelli e che il Consiglio ha approvato con la delibera di C.C. n°100 del 28 settembre 2011, da me proposta (clicca qui)

Annunci

 Dopo l’esito della votazione, non ho potuto fare a meno di pensare  che il passaporto lo lascerei agli animali (clicca polizia di stato) ma a certe persone lo toglierei, poichè  “l’ignoranza non ha confine”

Ma veniamo ai fatti;  nel Consiglio Comunale di Desenzano, lunedì 21 novembreavevo presentato una proposta per consentire la realizzazione di un “Cimitero per animali d’affezione” , la mozione è stata poi BOCCIATA (clicca proposta Rino)    

Sia ben chiaro però che la mia proposta  non impegnava il Comune di Desenzano, a costruire un Cimitero per animali d’affezione  ma solo  “a dar mandato ai competenti uffici comunali di mettere in atto le procedure e le iniziative necessarie al fine d’ individuare, nell’ambito del Piano di Governo del Territorio (PGT), un ‘ area idonea ad essere destinata a «cimitero per animali d’affezione» che poteva anche essere realizzato, in convenzione, da un privato, così come è stato fatto in molte altre parti.   L’intervento infatti è attualmente consentito dalle norme regionali, ma il Consiglio di Desenzano non ha saputo nemmeno motivare, la bocciatura della mia proposta.

Per fortuna però, alcune amministrazioni sono un pò “più avanti” di quella di Desenzano ed alcuni Cimiteri per animali, esistono già: vicino a Milano il Bau-Miao Village ad esempio (clicca qui)in Abruzzo (clicca qui)  ed a Caserta (clicca qui), con tanto di benedizione del parroco

 ”Siria, Rimarrai sempre nei nostri cuori. Riposa in pace. Grazie Milly per tutti i giorni felici che ci hai donato. Ti ameremo per sempre. La tua famiglia”. Sono solo due delle tantissime epigraf – stampate su oltre mille tombe di marmo costruite nel  ”Paradiso degli Animali“- efficiente cimitero, centro di sepoltura animali da compagnia.    Il Paradiso targato Meola- di Via Giorgio La Pira-  situato nel centro sud- dove cani, gatti, tartarughe, conigli, pappagalli, criceti e persino un pitone dell’India, riposano in pace, nei giorni scorsi – è stato letteralmente preso d’assalto dai parenti- accorsi per ricordare con una preghiera collettiva animali d’affezione- che per anni hanno dato molto ai loro padroni 

A Desenzano invece, hanno votato CONTRO  i consiglieri comunali del PDL, quelli della lista civica Comune Amico, del Gruppo Indipendente, Coraggio per cambiare: il Sindaco Anelli; Sergio Carretta, Giovanni Paolo Maiolo, Marida Benedetti, Gianfranco Merici, Sonia D’Arconte, Manuel Piona (PdL); Massimo Bernardini (Gruppo indipendente), Walter Mesar(Civica Comune Amico), Enrico Frosi (Coraggio per Cambiare).    

HANNO VERGOGNOSAMENTE ABBANDONATO l’aula i consiglieri del centro -sinistra e Niccolò Malinverni (PDL); si sono “sfilati” uno ad uno:  Rosa Leso, Fiorenzo Pienazza, Maria Vittoria Papa, Rodolfo Bertoni, Giuseppe Savasi, Maurizio Maffi.

La notizia è stata ripresa dal Giornale di Brescia, che sul proprio sito aveva anche lanciato un sondaggio che aveva visto più del 60 % dei bresciani, favorevoli alla mia iniziativa (clicca articolo)

 Niente cimitero per animali d’affezione per la «capitale» del Garda, dunque.  Per la seconda volta infatti l’iniziativa del consigliere della Lega Nord Rino Polloni, finalizzata ad individuare nei piani urbanistici un ‘ area idonea ad essere destinata a tal scopo, è stata bocciata dal Consiglio Comunale.  Era già accaduto nel 2004.  All’epoca l’Amministrazione che guidava la città era di centrosinistra (clicca moz. 2004).

 Il “triste” episodio capitato a Jerry (il cane sepolto vivo a Desenzano) e le immagini trasmesse durante la trasmissione de “Le Iene” su Italia 1 (clicca video) , mi hanno fatto tornare in mente la proposta che avevo fatto in Consiglio Comunale nel lontano 2004:  la possibilità di realizzare a Desenzano, un “Cimitero per animali d’affezione” Clicca proposta.

Il centro-sinistra allora (Sindaco Fiorenzo Pienazza), aveva bocciato la mia proposta, per futili motivi clicca moz. 2004

Nel 2004 infatti, la regione Lombardia, a seguito dell’approvazione del Regolamento Regionale 9 novembre 2004, n°6 “Regolamento in materia di attività funebri e cimiteriali”, aveva dato “il via libera” alla possibilità di realizzare i “Cimiteri per animali” ed in Lombardia ne esiste già uno (clicca qui);  io l’ avevo subito proposto, ma il centro-sinistra aveva bocciato la mia mozione.

L”intenzione era quella di dare la possibilità (se non da parte del Comune, anche ad un privato), di poter realizzare un “Cimitero per animali d’affezione” e svolgere così ciò che credo, sia un importante servizio ai cittadini

La morte di un animale d’affezione infatti, è sempre un evento molto triste per il proprietario e per l’intera famiglia in cui l’animale è crescito e vissuto; chi si trova con un animale defunto però, non sa cosa fare: chi può, lo seppellisce in giardino, c’è chi lo porta dal veterinario per poi portarlo all’inceneritore, c’è perfino chi lo butta nel cassonetto dei rifiuti o peggio.

Il Giornale di Brescia, ha proposto un sondaggio sul proprio sito (clicca qui) ed è risultato che il 60% dei bresciani sono favorevoli a questa proposta (clicca qui); lunedì 21 novembre, vedremo come si esprimerà il Consiglio comunale di Desenzano piochè basterebbe inserire ne nuovo PGT (Piano di Governo del Territorio), la destinazione urbanistica del terreno, poi anche un privato potrebbe realizzarlo.

Ognuno la può pensare come vuole, ma è innegabile che i cani (ed anche molti altri animali), scelgono il loro padrone e gli vogliono bene per tutta la vita, credo sia giusto che un “padrone”, possa avere un luogo ove ricordare per sempre, il “viaggio” di una vita fatta insieme