marzo 2012


UNA COLATA DI CEMENTO AL POSTO DELLA SPIAGGIA FELTRINELLI E DI UNA  PARTE DEL LAGO

Martedì 27 marzo, una data da ricordare; con la votazione più VERGOGNOSA della storia del Consiglio Comunale di Desenzano del Garda (che del Garda, non sa che farsene ed allora lo cementa), hanno deciso di cancellare un pezzo di storia.

Tre soli voti a favore: il Sindaco Anelli ed i due Consiglieri della LEGA NORD, Rino Polloni e Paolo Formentini;

10 contrari a mantenere la spiaggia e dunque favorevoli a creare, al suo posto, 34 metri a lago di cemento e porfido: ENRICO FROSI, GIANFRANCO MERICI, NICOLO’ MALINVERNI, SONIA D’ARCONTE, EMANUEL PIONA, GIOVANNI PAOLO MAIOLO, SERGIO CARRETTA,  MARIDA BENEDETTI (per il PdL), VALTER MESAR (lista Comune Amico), MASSIMO BERNARDINI (Gruppo Indipendente)

Astenuti i consiglieri del centrosinistra: ROSA LESO, RODOLFO BERTONI, MAURIZIO MAFFI, FIORENZO PIENAZZA E GIUSEPPE SAVASI.    L’assenza di due consiglieri del centrosinistra (guarda caso): MARIA VITTORIA PAPA e MAURIZIO TIRA, oltre a quella del consigliere del gruppo Indipendente PAOLO VALENTINO BARZIZA è stata determinante poichè se fossero stati presenti, l’opposizione, col voto favorevole del Sindaco Anelli, avrebbe avuto i numeri per salvare la spiaggia:  11 a 10 per l’opposizione, una vergognosa assenza “strategica”

Dunque la spiaggia verrà cancellata!   La notizia è stata subito ripresa dalla stampa locale, poichè a nulla è valsa la volontà di più di 2.000 residenti che avevano sottoscritto una petizione per salvare la spiaggia tanto cara ai desenzanesi (clicca qui) e (qui)

Proprio lì dove moltissimi desenzanesi hanno imparato a nuotare da bambini e dove, ancora oggi, si recano molte persone a prendere il sole e a fare il bagno. Ciò a reso vana la proposta del sottoscritto che il 28 settembre scorso aveva ottenuto i voti favorevoli a far eseguire una variante al progetto originario (clicca votazione)

La mia proposta di variante salva spiaggia, è stata bocciata senza una motivazione, speriamo che il 6/7 maggio, con le elezioni per il rinnovo dell’amministrazione, i desenzanesi se lo ricordino.

Terremoto nell’Alto Garda, epicentro nel lago trentino. Scossa avvertita anche a Verona
Ieri pomeriggio alle ore 17 in punto, è stata registrata una scossa di terremoto di Magnitudo 3.1 con epicentro nel lago di Garda trentino, a circa undici chilometri di profondità.

Data

Ora (UTC)

Lat

Lon

Prof (Km)

Mag

Distretto Sismico

2012/03/19

20:01:42

38.228

15.187

10.8

Ml:2

Golfi_di_Patti_e_di_Milazzo

2012/03/19

19:33:02

44.24

10.124

4

Ml:2.7

Lunigiana

2012/03/19

17:12:26

38.431

15.571

66.9

Ml:2.5

Isole_Lipari

2012/03/19

13:18:58

41.406

16.104

36.2

Ml:2.4

Tavoliere_delle_Puglie

2012/03/18

22:59:45

40.347

16.345

43.5

Ml:2

Piana_di_Metaponto

2012/03/18

16:00:00

45.779

10.985

10.9

Ml:3.1

Zona_Lago_di_Garda

 
Domani sera invece,  in Consiglio a Desenzano, l’amministrazione PdL (a fine mandato), con molte probabilità non avrà nemmeno i numeri per approvare il bilancio di fine mandato.  
 
Sarebbe un vero e proprio “terremoto politico” per una maggioranza inconcludente, iniziata male e finita peggio, che non è stata capace di mantenere ciò che aveva promesso agli elettori nel 2002, nemmeno le priorità (clicca qui)
 


Rivedere il tracciato della Tratta Alta Velocità/Alta Capacità, sulla tratta Brescia-Verona, allo scopo di salvaguardare il nostro territorio e tutti gli importanti siti interessati al progetto (clicca qui)

Con la delibera n° 127 del 26 ottobre 2000, il Consiglio di Desenzano, aveva votato la propria contrarietà al progetto della linea ferroviaria Alta Capacità, così come proposto sul territorio di Desenzano, con l’astensione del centro-sinistra (Bertoni, Pienazza, Abbadini, Menegato e Turrini),

Il Governo, il 29 luglio 2010 ha poi approvato la risoluzione 7-00329, dell’ On. Alessandro Montagnoli, del Gruppo Lega Nord Padania (primo firmatario) e tra pochi giorni, il 20 marzo, in Consiglio a Desenzano si voterà la mozione che ho protocollato ieri (clicca moz. Rino).

Il progetto della tratta Alta Velocità/Alta Capacità, Brescia-Verona, così come elaborato nelle linee di massima contenute nel progetto preliminare, crea una serie di criticità di carattere progettuale, ambientale ed economico sul Nostro territorio.

Nella sua attuale localizzazione, il progetto comporta la distruzione irreversibile di oltre il 20 per cento dei vigneti Lugana DOC, passando su terreni instabili o umidi e altamente sensibili, nelle vicinanze della Torre di San Martino, del lago del Frassino (con il celebre Santuario) e nei pressi del nostro stagno del Lavagnone (clicca qui), che è stato inserito nel patrimonio UNESCO, serie 1363-092 e dove è stato ritrovato l’aratro più antico del mondo (clicca qui)

 

NON SVEGLIATE IL PRESIDENTE !

Mancano meno di due mesi alle elezioni per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale di Desenzano ma, in quasi cinque anni, non è mai stata convocata la Commissione di Vigilanza e di Controllo che avrebbe dovuto verificare quanto promesso in campagna elettorale dal Sindaco Anelli (PdL)

Nonostante i numerosi solleciti verbali, Rodolfo Bertoni (PD), nella foto piccola a dx,  Presidente della Commissione, non l’ha mai convocata….perchè? Troppo lavoro forse?

Le linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso del mandato amministrativo, dell’Amministrazione “Anelli”, erano state approvate nel Consiglio Comunale del 13 settembre 2007 (clicca qui)

Poi, ai sensi dell’art 38 della Statuto Comunale, nell’ottobre 2007, era stata istituita la Commissione di Vigilanza e di Controllo (delibera di C.C. n° 67 del 02.10.07), composta da n. 10 Consiglieri, di cui sei appartenenti alla maggioranza e quattro alla minoranza con Bertoni, come Presidente.

Buona parte del programma elettorale di Anelli, non è stato rispettato e la Commissione doveva vigilare proprio sull’attuazione delle linee programmatiche del Sindaco, eppure, dall’ottobre 2007 ad oggi, la Commissione non è mai stata convocata.

Credo sia doveroso far sapere ai cittadini come vengono spesi i loro soldi, come è stata riposta la loro fiducia e quante siano state le promesse non mantenute; la Commissione aveva proprio questa funzione.

Il Capogruppo del PD desenzanese è venuto meno a questo importante compito di Vigilanza, peccato!



Potrebbe essere un “Chi l’ha visto”, anzi chi li ha visti

Già, perchè i furti dei miei tre “tappeti elettorali”, avvenuti nella centralissima Piazza Malvezzi di Desenzano d/G., sono avvenuti in due giorni diversi: il 25 ed il 27 febbraio scorso.

I primi 2 “tappeti”, stampati su pellicola adesiva in pvc, dal formato di mt.2,40 per 2,60 e raffiguranti l’immagine a colori del sottoscritto candidato Sindaco della Lega, erano stati posizionati il 24 febbraio in piazza Malvezzi

Due sono stati fatti sparire da due giovani, arrivati in piazza con un fuoristrada nero, verso le 5 del mattino.  Così domenica 26, avevo posizionato il terzo e ultimo esemplare disponibile, che è poi stato piegato e portato via da un gruppo di 6 persone, 3 giovani ed altrettante ragazze, subito dopo la mezzanotte, TUTTI A VOLTO SCOPERTO, le telecamere della videosorveglianza della Polizia Locale hanno ripreso i furti, in diretta


Peccato però, che le 42 telecamere della videosorveglianza della Città, registrano (quando vanno), ma non servono assolutamente a niente poiché non sono nitide e non “zummano” abbastanza, nemmeno per leggere la targa di una macchina, figurarsi per identificare i volti di persone sconosciute.


Anche se il Procuratore Generale della Cassazione, nella sua relazione conferma che: “sono rimasti ignoti gli autori di 2 milioni 289 mila delitti” (clicca qui),  ho messo il filmato anche su Youtube, nella speranza che qualcuno mi possa aiutare 

ATTENZIONE: l’orario delle telecamere è avanti di un’ora e le telecamere sono “dom”, ogni pochi secondi cambiano inquadratura, riprendendo inutilmente anche i tombini delle fognature 

Alcuni consiglieri di centrodestra e di centrosinistra abbandonano l’aula per non votare la mozione di solidarietà ai due militari, mentre di ora in ora, si fa sempre più drammatica la situazione dei due marò arrestati in India per l’omicidio di due pescatori (clicca qui)

I due sottufficiali del reggimento San Marco, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, imbarcati come “Nuclei militari di protezione” su una nave mercantile per proteggerla dai pirati, sono ufficialmente detenuti da due giorni, dopo una sorta di «fermo» informale durato due settimane 

La sparatoria sarebbe avvenuta in acque internazionali, quindi fuori dalla giurisdizione indiana e viene confermata anche dalla magistratura militare: «La giurisdizione è sicuramente italiana: il fatto è avvenuto in acque internazionali e nel corso di una missione internazionale sotto l’egida delle Nazioni Unite per un sevizio di tutela dei traffici commerciali contro la pirateria.

Per questo il 28 febbraio, nel Consiglio di Desenzano del Garda, avevo presentato una mozione per esprimere solidarietà ai due militari (clicca moz)

La mozione è stata approvata con 13 voti favorevoli, ma quattro consiglieri del centro-destra (PdL): MARIDA BENEDETTI (in foto a sx), NICCOLO’ MALINVERNI, MASSIMO BERNARDINI ed ENRICO FROSI (in foto a dx) e due del centro-sinistra: MARIA VITTORIA PAPA e MAURIZIO TIRA, hanno “vergognosamente” abbandonato l’aula prima della votazione 

In rete c’è un mondo…Si può facilmente scoprire che le principali partecipazioni di IMPREGILO sono:   Consorzio Alta Velocità Torino/Milano – C.A.V. To.Mi. – 74,69% e Consorzio Alta Velocità Emilia/Toscana – C.A.V.E.T. – 75,98%. Il pacchetto di controllo di Impregilo è detenuto da IGLI S.p.A. (29,866%).

La società fa capo, con quote paritetiche del 33%, a Autostrade per l’Italia S.p.A. (gruppo Benetton), Argo Finanziaria (gruppo Gavio) e Immobiliare Lombarda (gruppo Fondiaria Sai).

Impregilo é il pricipale gruppo italiano nel settore delle costruzioni e dell’ingegneria per dimensioni e fatturato; attiva nella realizzazione di infrastrutture per il trasporto (costruzioni ferroviarie), nel ciclo di trattamento per le acque reflue, dissalatori e nelle opere per l’ambiente, per estensione e localizzazione costituisce una multinazionale e il primo general contractor italiano nel settore delle grandi opere.

Principali opere: Smaltimento dei rifiuti in Campania, Ponte sullo stretto di Messina (in progetto), Passante di Mestre, Autostrada Salerno Reggio Calabria, Ferrovia Torino-Milano, Ferrovia Bologna-Firenze, Trasloco sito archeologico Abu Simbel, Diga di Kárahnjúkavirkjun (Islanda), Raddoppio del Canale di Panama, Terremoto dell’Aquila del 2009 ed altro ancora, tipo la metropolitana di Milano (clicca qui)


In Cina invece sono avanti anni luce, rispetto all’Italia;
dal 2002 hanno i treni ad alta velocità MAGLEV.

Transrapid è infatti una compagnia tedesca che ha costruito, la prima linea commerciale in Cina, ad alta velocità di maglev (clicca qui) 

Questa linea collega l’aeroporto internazionale di Shanghai, situato a Pudong, con la città. La linea è lunga 30 km e la massima velocità raggiunta è di 501 km/h.

In Italia, tutti la chiamano TAV ma in realtà si chiama TAC.  Si confonde la TAV (Treni Alta Velocità con alta capacità: sono due differenti concetti che si possono o meno integrare nelle moderne implementazioni ferroviarie

L’alta velocità presuppone la costruzione e l’utilizzo di linee nuove, ad armamento pesante, con tracciati tendenzialmente rettilinei e ove possibile pianeggianti, su cui corrono treni costruiti appositamente per raggiungere velocità di punta elevate.

L’alta capacità in genere è usata come sinonimo di trasporto congiunto di merci (100-150 km/h) e passeggeri (300 km/h) su linee alta velocità, ma può in certi casi riferirsi solamente all’adozione di avanzate tecnologie di controllo del traffico che permettono il transito di un numero maggiore di treni perché più controllato e regolare

Pagina successiva »