images

Il Referendum è uno strumento di esercizio della sovranità popolare, sancita
all’art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana.


COMUNICATO STAMPA

DESENZANO: LA LEGA NORD DICE NO ALLA “SVENDITA” DEL TERRITORIO.

L’AMMINISTRAZIONE LESO VUOLE VENDERE AI PRIVATI PREZIOSI BENI PUBBLICI CHE ATTUALMENTE SONO A SERVIZIO DEI CITTADINI

SU IMPORTANTI ARGOMENTI D’INTERESSE GENERALE SI DEVONO PRIMA CONSULTARE I CITTADINI TRAMITE UN REFERENDUM CONSULTIVO.

 

In questi ultimi tempi l’ Amministrazione di Sinistra che governa Desenzano, con l’arroganza che la contraddistingue da sempre, ha emanato una serie di atti che porteranno ad impoverire il Patrimonio Pubblico della Comunità desenzanese, a favore dei privati.

Se identici provvedimenti fossero stati approvati da Amministrazioni di orientamento politico diverso, con tutta probabilità, sarebbero state tacciate di essere solo ed unicamente “speculazioni immobiliari”.

Ora, invece, il Centrosinistra sembra voler favorire poche e ben precise attività Commerciali che, guarda caso, si affacciano, da sempre, proprio di fronte a quei beni pubblici che l’amministrazione di ROSA LESO, ha deciso di vendere senza consultare i Cittadini….Perchè? Cosa c’è sotto?

Ecco alcuni esempi:

1) L’inserimento nel “Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari” del Parcheggio di via Agello, ad esempio (approvato dal Consiglio Comunale il 27 luglio scorso) mette in vendita, un’area di mq. 1.650 per un importo di €. 412.500; A CHI GIOVA QUESTO?

Il Parcheggio pubblico è di fronte all’ Hotel ACQUAVIVA di Rivoltella e si sarebbe potuto, ad esempio, affittarlo alla stessa proprietà, anziché favorirla mettendolo in vendita; il guadagno, nel tempo, sarebbe stato di gran lunga superiore ed il bene sarebbe rimasto di proprietà Comunale.

 

2) La Giunta LESO, sembra anche che abbia già deciso, che per l’ampliamento della Supermercato CONAD di Rivoltella d/G., concederà a CONAD una parte della strada, del parcheggio e del verde pubblico, adiacente all’attività commerciale.

 

3) Infine, ma non certo ultimo per importanza, l’ Amministrazione Comunale ha deciso di “far morire con una lenta ma inesorabile agonia”, il Centro Storico di Desenzano, pedonalizzando Piazza Cappelletti.

 

Ritengo che su simili importanti argomenti d’interesse generale, si debbano obbligatoriamente, coinvolgere i Cittadini chiedendo il loro parere con la Partecipazione Popolare prevista dallo Statuto Comunale (art. 56), utilizzando lo strumento del REFERENDUM CONSULTIVO.

Proprio per questo, come Capogruppo della Lega Nord, invito pubblicamente le Forze politiche di Centrodestra e d’ opposizione a “ricompattarsi” al fine di costituire Il COMITATO DEI PROMOTORI (previsto dal Regolamento Comunale per la consultazione dei Cittadini ed i Referendum) che definirà poi i quesiti che dovranno essere oggetto del Referendum.

L’invito è esteso, naturalmente, anche alle Associazioni, ai Movimenti d’opinione ed ai singoli Cittadini che vorranno partecipare all’ iniziativa.

 

L’impegno è sicuramente notevole poiché servirà la sottoscrizione di circa 220 elettori desenzanesi per la costituzione del COMITATO DEI PROMOTORI e, successivamente, la raccolta di circa 2.200 firme di elettori desenzanesi (art. 11 del Reg.), per la presentazione dei quesiti referendari.

SERVE perciò L’IMPEGNO DI TUTTI poiché l’attuale Amministrazione si è dimostrata la peggiore degli ultimi vent’anni e la vendita dei Beni Pubblici, che attualmente sono a servizio di tutti i Cittadini, senza la consultazione dei desenzanesi, ne è la dimostrazione più lampante.

Il Capogruppo Lega Nord

        Rino Polloni

FB_IMG_1440665574422

FB_IMG_1440653493189 (1)

Annunci