rifiuti piazza Garibaldi

NON ci vuole un genio per capire che i sacchi di rifiuti lasciati a terra, siano un “invito a nozze” per i TOPI (foto a sx: immondizia in Piazza Garibaldi)

Per Comuni a vocazione TURISTICA, la raccolta differenziata dei rifiuti “Porta a Porta“, in Centro Storico, equivale ad un “SUICIDIO ANNUNCIATO”.

E’ praticamente impossibile, individuare gli irresponsabili che abbandonano i sacchi della spazzatura fuori orario e di conseguenza, passare con i mezzi di raccolta a TUTTE le ore….è impensabile!

L’ IMMAGINE, agli occhi dei Cittadini e dei turisti è però ASSOLUTAMENTE NEGATIVA

Anche in altri Comuni turistici, come Venezia o Roma, gli organi si stampa stigmatizzano il problema:  “Allarme topi in Città: l’ ASL, troppo rifiuti in strada” (clicca qui) e  Caos rifiuti: a Trastevere, sacchi e topi” (clicca qui)

In questi casi, ritengo che il problema IGIENICO SANITARIO sia assolutamente 10422062_841940692520444_7680353310482623047_nTopo sull'aiuola.mPRIORITARIO e, per questo, ho inviato un apposito esposto all’ASL competente (clicca Esposto)

L’ allarme lanciatomi da una MAMMA è stato quanto mai esaustivo; uscendo da una SCUOLA MATERNA in pieno Centro, si è trovata un grosso topo (all’apparenza malato) che si aggirava indisturbato sul marciapiede adiacente all’ASILO

(foto a dx: sacchetti abbandonati, alle ore 10, 05 nella piazza Malvezzicentralissima Piazza Malvezzi)

MA GLI AVVISTAMENTI SI MOLTIPLICANO ed aumentano le pubblicazioni in rete, di foto e filmati di sacchi della spazzatura ABBANDONATI OVUNQUE: su Facebook si possono anche trovare le immagini di topi morti  (clicca qui)

Su TRIPADVISOR invece, ci sono addirittura lamentele di turisti che hanno pranzato in “Centro” a Desenzano, con la presenza di TOPI tra i tavoli e dondoli (clicca qui)

Anche il filmato girato da un turista alla Stazione Ferroviaria, non è di certo una bella pubblicità per chi vive di TURISMO

Per la Giunta Comunale di DESENZANO (PD) invece, nonostanze le numerose testimonianze di Cittadini e Turisti, è una “Falsa Emergenza”, sembra che la parola d’ordine sia: “NEGARE L’EVIDENZA”