LA SINISTRA SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI 

Non sopporta le critiche sui quotidiani locali (e su FACEBOOK ) e paventando un DANNO D’IMMAGINE, il coordinatore PDrossidel circolo di Desenzano del Garda, LORENZO ROSSI (in foto), con una lettera ai Direttori degli Organi d’informazione, pubblicata ieri su entrambe le testate locali, mi accusa – falsamente, di “stravolgere la realtà” (clicca G.di Bs) e (BsOggi)

ECCO LA MIA REPLICA:

Gent.mo Direttore,

vorrei con la presente, esercitare il diritto di replica, sancito dall’art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, in merito alla lettera pubblicata il 5 settembre scorso, a titolo: “DANNO D’IMMAGINE: Desenzano e le esternazioni di Rino Polloni” a firma di Lorenzo Rossi, coordinatore del circolo PD di Desenzano del Garda.

Il lamento di Rossi è riferito al “pullulare di articoli apparsi sui quotidiani, riguardanti le denunce del sottoscritto Consigliere Comunale” e, preoccupato per l’immagine della nostra città, falsamente mi accusa che sono “capace di partire da un dato della realtà e stravolgerlo pur di creare quell’enfasi scandalistica che mi permette di apparire sui giornali”, che ho le “visioni” e via dicendo, finendo con: “in momenti in cui la pancia rischia di essere più vuota del solito, bisognerebbe usare la testa e capire il danno che si sta facendo.”.  La sua lettera, appare come un goffo tentativo, di mettere il bavaglio a chi fa pura informazione.

Conosco Rossi, sin da quando era bambino, poiché eravamo vicini di casa; mi sembra strano che offenda in questi termini, sembra quasi che la lettera gliel’abbia scritta qualcun altro e lui l’abbia firmata.  Evidentemente è stato messo lì, a ricoprire un ruolo che non gli compete e adesso gli dicono cosa deve fare e gli fanno pure, i “compitini”.

E’ giusto sapere, che Lorenzo Rossi, oltre ad essere il coordinatore del circolo PD, è al pari mio, un Consigliere Comunale ed anche Presidente della Seconda Commissione del Comune di Desenzano;  “piccola differenza” però, è seduto tra i banchi della maggioranza poichè eletto nella lista del PD che, lo scorso anno, ha vinto le elezioni ed amministra la Città.   Chiaro che cerchi di difendere la “sua” amministrazione.  In più di un anno di governo però, non ha fatto praticamente nulla… proposte da lui scritte e presentate: zero; mozioni: zero; emendamenti: zero e così via, sino ad arrivare al nulla di fatto.  In Consiglio, non interviene mai sugli argomenti posti in votazione, alza la mano (schiaccia il pulsante), solo per approvare gli argomenti predisposti dagli uffici, poiché anche qui, c’è qualcuno che gli prepara i “compitini”.    Le scene mute di Rossi in Consiglio, non vengono a caso, bisogna conoscere i tanti argomenti posti in votazione poiché, per non incorrere in magre figure, bisogna sapere leggi e regolamenti…in poche parole: bisogna studiare, tanto e tanto ancora.    E’ questa la lezione che ho subito imparato, dal ’98 e sino ad oggi, nessuno può dire che io m’inventi o stravolga le cose, poiché ciò che affermo è sempre ben documentato. Ne può trovare conferma sul mio blog: www.rinopolloni.com.  Non è certo per le miei visioni o perché stravolgo la realtà, che da quindici anni i Cittadini, col loro voto, mi rinnovano la loro fiducia, eleggendomi in Consiglio

Ma il Sig. Rossi, forse crede che la gente abbia le fette di salame sugli occhi e non sia a conoscenza di ciò che succede in Città.  Oggi i tempi son cambiati e la molta gente che ama Desenzano, vedendone il degrado continuo, si ribella e mette in “rete” ciò che quotidianamente, è sotto gli occhi di tutti, turisti in primis.   Molti testimoni scrivono e pubblicano sui social network, ciò che vedono o ciò che hanno subìto i loro famigliari, da un anno a questa parte, in quel di Desenzano: rapine, multe e così via…qualcuno ha fatto pure i conti sui mancati introiti delle attività turistico-commerciali per cancellazione della Notte d’incanto.   Questo evidentemente, da molto fastidio alla sinistra, tanto che non sa più cosa fare, per far tacere l’informazione.  In Consiglio Comunale hanno modificato i regolamenti, affinchè non sia più permesso di presentare più di un’interrogazione alla volta; hanno persino presentato una mozione chiedendo azioni legali per chi manca loro di rispetto su Facebook, etc. etc..

Vedi Caro coordinatore del PD, i Contribuenti hanno veramente la pancia vuota, anzi, oserei direi che in tanti, “sono alla fame”.   In questi tempi di crisi, trovo politicamente scorretto che il tuo Sindaco e tutti i tuoi assessori, si siano comprati, coi soldi dei Cittadini (per €.3.020,16), dei nuovissimi IPAD della APPLE, che nulla hanno a che fare con le esigenze amministrative, anche se il tuo Sindaco dice che servono alla Giunta per lavorare (?).   Chi conosce le basi dell’informatica,  e la vita amministrativa, sa benissimo che è stata una spesa assurda ed incomprensibile.

Pensi forse di mettere il bavaglio a chi fa informazione o credi di tacitare il popolo della “rete” e il sottoscritto?

Non sarebbe ora che, anziché continuare a lamentarti,  ti mettessi a lavorare anche tu, per migliorare la nostra bella pinocchiolavagnaCittà?  Desenzano non è mai stata una Città di sinistra, le percentuali di voto sono chiare, ciò che invece è sotto gli occhi di tutti è l’immagine di una Città “sinistrata”;  il merito?  Tutto Vostro.

Cordialmente,

Il Consigliere Comunale

Rino Polloni

Annunci