Continuano gli sbarchi dei clandestini, ma in televisione non ne parlano, solo la mala politica fa notizia come fosse un trai d’union, per far passare alla gente, la voglia di andare a votare come fosse un vero e proprio disegno politico

«Tornano gli sbarchi a Lampedusa? Respingimenti, come facevo io, questo serve per fermare l’invasione». Così il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, sulla bacheca del proprio profilo facebook commenta i nuovi ripetuti sbarchi di clandestini avvenuti a Lampedusa (clicca qui

LA BOMBA DEMOGRAFICA: I NUOVI ITALIANI. Gli alunni con cittadinanza non italiana negli ultimi anni scolastici hanno avuto un incremento elevato in tutto il ciclo di studi, dall’asilo alle superiori. Incremento del 53,5% dal 2005 a oggi. Percentuale più alta nelle scuole d’infanzia, primarie e medie, più bassa nei licei (clicca qui)

Chiaro che da tempo è incominciata l’invasione e di questo passo, con “ROMA PADRONA”, presto “finiremo anche noi nelle riserve”.  In alcuni quartieri delle Città metropolitane, già ci siamo.  Gli Italiani sono costretti a spostarsi altrove….

In America, l’hanno chiamata “ricollocazione”, quella dei nativi americani che sono finiti nelle riserve

E proprio dal capo della tribù dei pellerossa dei Duwamish, una grande lezione la lettera scritta nel 1854 dal capo dei Pellerossa, Capriolo Zoppo, al Presidente degli Stati Uniti Franklin Pierce:

Ogni parte di questa terra è sacra al mio popolo.

Ogni ago scintillante di pino, ogni spiaggia sabbiosa, ogni goccia di rugiada nei boschi oscuri, ogni insetto ronzante è sacro nella memoria e nella esperienza del mio popolo. La linfa che circola negli alberi porta le memorie dell’uomo rosso.

Noi siamo parte della terra ed essa è parte di noi.  I fiori profumati sono nostri fratelli. Il cervo, il cavallo e l’aquila sono nostri fratelli. Le creste rocciose, le essenze dei prati, il calore del corpo dei cavalli e l’uomo, tutti appartengono alla stessa famiglia.

Non è stato l’uomo a tessere la tela della vita, egli ne è soltanto un filo….Qualunque cosa capita alla terra, capita anche ai figli della terra... (la lettera, per intero, nel filmato)

Annunci