E’ sicuramente importante parlare di “effetti psicologici del terremoto”.

Terremoto e paura: storicamente tra i primi a mettere in relazione i due elementi è Seneca in un libro del 62 d.c., che con grande intuizione pose in luce alcuni aspetti chiave del rapporto, inversamente proporzionale, tra la mancanza di conoscenza di un fenomeno “naturale” e l‘amplificazione della paura.

Nel corso dei secoli il problema “paura del terremoto” viene a volte riproposto,  ma è solo con la sequenza del 1997- 98 in Umbria e Marche, che diviene una parte integrante dell’emergenza sismica e come tale viene affrontato. Durante l’emergenza post terremoto infatti, viene implementato un servizio di supporto psicologico alle popolazioni colpite dall’evento 

La regione Sicilia è la Regione certamente più preparata psicologicamente agli sciami sismici;  ecco un opuscolo diffuso dalla Protezione Civile della Sicilia che ci spiega come comportarci in questi casi con i bambini, con gli adolescenti ed anche percorsi didattici per fronteggiare la paura e molto altro  (clicca qui)  

Annunci