Massimiliano Latorre ed il sergente Salvatore Girone, i due fucilieri del Battaglione San Marco, imbarcati come Nucleo di Protezione Militare sulla petroliera italiana Enrica Lexie, sono ancora trattenuti dalla Polizia Indiana perchè accusati di aver ucciso due pescatori indiani.
La presenza dei militari della Marina aveva dissuaso cinque predoni del mare che, a bordo di un peschereccio, avevano tentato l’arrembaggio alla Enrica Lexie, a circa 30 miglia a Ovest dalla costa Meridionale indiana, nell’Oceano Indiano (clicca qui)

Il giudice distrettuale di Kollam ha oggi deciso che i fucilieri italiani accusati di aver ucciso due pescatori indiani il 15 febbraio, dovranno rimanere altri 7 giorni in custodia della polizia.

Ad aprire uno spiraglio per i maro’ e’ arrivata la decisione dell’Alta Corte del Kerala di ammettere il ricorso presentato dall’Italia per l’annullamento del procedimento intentato contro i militari. I giudici, come riferiscono i media indiani, hanno chiesto al governo centrale e a quello del Kerala di presentare delle contro-memorie alla petizione italiana (clicca qui)

Mi sembrava corretto e doveroso che l’intero Consiglio Comunale di Desenzano  esprimesse la propria solidarietà a riguardo, inviando un’apposita richiesta ai
Ministri  competenti, ieri ho infatti presentato una mozione che verrà votata il 28 febbraio p.v., al fine d’intraprendere ogni azione possibile affinchè vengano subito liberati i due marò italiani, per essere processati dal competente tribunale militare di pace  (clicca moz)

Annunci