Di certo, la mia proposta è suonata come una “provocazione” (clicca qui), ma nel Consiglio Comunale del 29 settembre, perlomeno è stata discussa, anche se ne ho sentite di tutti i colori, da sinistra a destra (trascina il cursore sino al secondo 128)

Tante “signorine”, nel chiedere la residenza in Comune, devono dichiarare l’attività lavorativa che svolgono ma poi, con l’impossibilità di effettuare continui controlli sulla loro vera attività, finiscono per fare il mestiere più vecchio del mondo.

E se “lavorano” (…e mandano tantissimi soldi nei loro paesi di origine), allora regolarizziamole e facciamogli pagare anche le tasse, ho detto…precisando anche che la proposta. oltre a concorrerere a bonificare definitivamente situazioni di illegalità, avrebbe permesso di vedersi riconosciuto quel maggior gettito fiscale, sufficiente a sopperire ai tagli operati per sostenere tutti i servizi indispensabili quali quelli dei Servizi Sociali, scolastici, trasporti, etc. (clicca proposta rino)

Escort nel nostro Comune….??? MAI !   Sembrava quasi che, da sinistra a destra,  “negare l’evidenza, fosse la parola d’ordine”, eppure queste “signorine”  a Desenzano, si possono trovare da tutte le parti: nel tardo pomeriggio nelle principali boutique e gioiellerie del centro storico ma anche e sopratutto sugli annunci dei principali giornali e su internet: clicca qui, oppure qui.

Tutti hanno votato contro, da destra a sinistra (Sindaco in primis),  unico voto favorevole, naturalmente, il mio

Annunci