Non hanno voluto eliminarla e l’area del Lusso, resta a Desenzano.

La proposta di stralcio del “POLO DE LUSSO” era stata presentata  dal sottoscritto, ed invece, stanotte alle ore 00,19, la maggioranza del Consiglio Comunale di Desenzano, l’ha lasciata dov’era.

Questo il voto di chi, NON votando la proposta di stralcio, ha lasciato immutata la destinazione dell’area inserita nel Documento preliminare di Piano del P.G.T. e oggetto dell’intervento proposto da una società il 16 marzo 2010 (prot. n° 8494).

11 Contrari allo stralcio: Felice Anelli (Sindaco), Gianfranco Merici, Marida Benedetti, Giovanni Paolo Maiolo, Emanuel Piona, Sergio Carretta, Sonia D’Arconte (Forza Italia); Massimo Bernardini e Paolo Valentino Barziza (Gruppo Indipendente); Niccolò Malinverni (Alleanza Nazionale); Valter Mesar (lista Comune Amico).

9 Favorevoli: Rino Polloni e Paolo Formentini (Lega Nord);  Rodolfo Bertoni, Rosa Leso, Maria Vittoria Papa, Fiorenzo Pienazza, Giuseppe Savasi e Maurizio Tira, Maurizio Maffi (centrosinistra).

1 Assente: Enrico Frosi (lista Coraggio per Cambiare)

Ma qual’è stata la motivazione del Sindaco e della sua maggioranza per non votare la proposta di stralcio?

“Perché l’ha proposto l’opposizione, e tanto ho già detto che non si farà!”, ha dichiarato Felice Anelli (nella foto a dx).

Nella bozza del P.G.T., che presenteremo giovedì 23 dicembre, il Polo non ci sarà”, ribadisce il primo cittadino.

Ho allora insistito per votare la proposta di stralcio, poichè “Verba volant, scripta manent” (clicca qui)

Ne avevo già parlato negli articoli del 29, 24, 18 e 16 novembre scorso; il Documento preliminare di Piano del P.G.T. infatti, prevedeva la realizzazione di una “NUOVA POLARITA’ SOVRACOMUNALE: FORUM Polo integrato di Servizi Espositivi Ricettivi” era stato approvato, sempre dalla stessa maggioranza, il 13 luglio del 2009 (delibera di Consiglio Comunale n° 61).

Nel disposto di delibera era stato precisato che ciò “era coerente con le linee programmatiche dell’Amministrazione Comunale, cosa che non corrispondeva a verità! (clicca qui)

Numerosissime sono state in seguito, le lamentele provenienti dai cittadini, dalla associazioni di categoria: commercianti e albergatori in primis che, preoccupati dall’evidente crisi economica e dai già numerosi centri commerciali esistenti (Le Vele, il Leone, etc.), non nascondevano che il “Polo” sarebbe stato l’ennesimo ed inutile spreco di territorio, ora a destinazione agricola.

Per questo, nel Consiglio di lunedì 20 dicembre (stanotte), ho presentato un’apposita proposta di delibera che, se approvata, avrebbe eliminato, per sempre, il legittimo intervento richiesto da una società il 16 marzo 2010 (prot. n° 8494).

“THE LAKE, Luxury Experience” prevede infatti, nelle campagne in prossimità dello svincolo della tangenziale BS/VR, loc. “Grezze”, la realizzazione di edifici per complessivi 80.000 mq di Slp, distribuiti in varie funzioni, all’interno di un’area di 202.970 mq. (25.000 mq. di Commerciale:, 16.000 mq di Hotel, 12.000 mq. di Luxury Mall e Maison, 4.600 mq. di Direzionale, 4.500 mq. di Ristorazione, 5.000 mq. di Servizi/Spettacoli, 2.400 mq. di Convention e  6.500 mq d’Intrattenimento).

La maggioranza perciò ha lasciato immutate le cose ed il  POLO DEL LUSSO, ha tutta le carte in regola per essere realizzato.

Annunci