Anche a Desenzano la crisi morde e sono numerose le famiglie che chiedono aiuti, anche alimentari (clicca qui)duecento nuclei dipendono dalla Caritas per bollette, affitti e pasti…

La CARITAS di Desenzano, ad ottobre aveva infatti lanciato un appello rivolto alle famiglie desenzanesi affinchè mettessero a disposizione generi alimentari di prima necessità, mettendosi in contatto con gli operatori di via Benedetto Croce, 37 – al numero telefonico: 030.990.23.41

A mio avviso, in questo momento, si poteva evitare di spendere 11.268 euro (21 milioni e 800 mila lire) per un’ora o poco di più, del concerto del prossimo 23 dicembre, in Duomo (tra l’altro senza messa)

Negli ultimi quattro anni, per un’ora e mezzo del solito concerto Natalizio, organizzato dal Comune il 23 dicembre, sono stati spesi la bellezza di €. 61.861,18 (coro, direttore artistico, hostess, fiori, palco, luci, siae, compresi)

Sarà sicuramente bello, ma credo che anche i volontari del “coro di Santa Maria Maddalena” diano un bel contributo, cantando gratuitamente in Duomo, alimentando con le loro voci i bellissimi ricordi del Santo Natale, durante la messa della vigilia.

La scelta approvata dalla Giunta desenzanese, è stata dell’Assessore alla Cultura, Emanuele Giustacchini (tra l’altro, assente durante l’approvazione della relativa delibera: la n° 294 del 23/11/2010)

Perchè l’ Amministrazione Comunale di Desenzano, non ha invece seguito l’esempio di  Lonato, diminuendo le spese inutili, destinando poi parte dei soldi, in aiuti economici alle persone in difficoltà?

Annunci