A chi non è mai capitato di sentire che molti anziani, per risparmiare (visto le misere pensioni), bevono l’acqua del rubinetto? …Beh! non solo gli anziani, potrebbe dire qualcuno.

Dopo aver visto la felice iniziativa dell’ Assessorato della Provincia di Brescia (clicca qui), ho prontamente contattato il competente Assessore Provinciale all’Ecologia, per saperne di più e visto che al mio Comune ne era stato assegnato solo uno, mi son detto che, visto il numero di abitanti e considerate le popolose frazioni, forse era meglio averne più di uno a Desenzano, se c’erano i fondi disponibili.    Avuto riscontro positivo, dall’ Assessore Provinciale, Enrico Mattinzoli, ho allora formalizzato la richiesta di un ulteriore punto acqua, già nel maggio 2009 (clicca II°P.to acqua).

Ma in cosa consisteva (e consiste ancora) la mia proposta, o meglio, quella della Provincia, realizzata di concerto con il Consorzio AATO (Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale) ?

Ogni Punto Acqua Provinciale, distribuisce ACQUA GRATIS da tre rubinetti: naturale, gassata e refrigerata per chiunque e viene realizzato in luoghi aperti e facilmente accessibili al pubblico e, secondo un unico riferimento progettuale che richiama fondamentalmente un vecchio abbeveratoio in pietra, un archetipo del passato riprodotto tuttavia in chiave moderna.

E’ realizzato con l’impiego di lastre di marmo di Botticino classico martellinato e inciso e con una copertura in legno lamellare che favorisce una semplice e rapida esecuzione dei lavori (in foto quello posizionato nel vicino Comune di LONATO).   I gestori del servizio idrico curano poi l’impiantistica per consentire l’allacciamento alla rete dell’acquedotto e il funzionamento dell’apparato erogatore attraverso il Kit tecnologico che consente la refrigerazione e la gasatura dell’acqua.

E’ inoltre compito dei gestori, la periodica manutenzione e attraverso le analisi, la salvaguardia dei parametri di qualità dell’acqua, il tutto, a carico dell’Autorità di Ambito e quindi senza costi per i comuni.

Sicuramente a Desenzano non vivono unicamente le persone benestanti e ci potrebbe anche essere chi, per scelta, potrebbe esserne felice poichè tale iniziativa consentirebbe alle famiglie un risparmio di circa 300 € l’anno, e un altrettanto importante riduzione dei rifiuti in plastica di circa 8.000 ton. annue.

Ho scritto ancora al Sindaco Anelli, ma lui e la sua Giunta han detto, prima Si  ad averne uno solo, poi NO!    Non si faceva più niente…della serie….un passo avanti e due indietro.   Volevo assolutamente sapere le motivazioni di tale scelta e ad agosto di quest’anno ho presentato un’apposita interrogazione a risposta scritta (clicca interr.) poichè i  Comuni ove erano già stati installati i Punti Acqua Gratuita erano numerosi e continuavano ad aumentare: Castegnato, Toscolano Maderno, Padenghe sul Garda, Tignale, Passirano, Gardone Val Trompia, Pralboino, ed altri (clicca qui) ed il riscontro era notevole.

Invece la Giunta Anelli, dopo aver ottenuto il contributo per i due punti acqua gratuita, li revoca TUTTI E DUE….le motivazioni?  Guardate un pò che vergogna (clicca delib.revoca p. acqua)….il finanziamento era di 15.000 euro cad. punto acqua e, a detta del comune di Desenzano (contrariamente a quanto affermato dalla Provincia), ci volevano altri 5.000 euro per l’installazione (per me, dopo aver contattato la Provincia, NON era assolutamente corrispondente a verità!),

Ma come??? Hanno appena sostituito l’illuminazione esistente nel centro storico di Desenzano (che era perfettamente funzionante) per €. 203.950 (duecentotremila) ed hanno deciso di revocare i due Punti acqua, a fronte di un “eventuale” costo di allacciamento rete elettrica ed idraulica di circa €. 5.000 cad. ???  Ma mi faccia il piacere….

Ci riproverò presentando un’apposita mozione al Consiglio Comunale che è sovrano, anche se la capogruppo di Forza Italia, Marida Benedetti, mi ha anticipato che…”si è informata” e le hanno detto che la spesa è eccessiva (ma mi faccia il piacere…), la capogruppo della maggioranza mi ha anticipato che la maggioranza composta da Forza Italia, Alleanza nazionale, lista civica Comune Amico eCoraggio per cambiare“,  boccerà la proposta. Sentito che molto probabilmente l’Assessore Provinciale, Dott. Stefano Dotti, riproporrà l’iniziativa, chiederò al Consiglio che dia mandato alla Giunta di realizzarne almeno TRE:  uno a Desenzano, uno a Rivoltella ed uno a San Martino della Battaglia (clicca moz. 3 P.ti acqua) … la vogliono bocciare, la cosa non gli interessa? …ma allora, cosa

Annunci